MODENA – Un anno fa il volley mercato di Superlega regalò fior fior di acquisti, in gran parte arrivati prima del diffondersi del Covid19, e vide quasi tutte i club far lievitare il monte ingaggi. Mosse che mesi dopo qualche patron, a denti più o meno stretti, non nascose di aver in rimpianto quando il campionato venne interrotto.

La stagione in corso, che la Lega Pallavolo e i club stanno portando a casa nonostante tutto (meritano un premio alla capacità organizzativa), non è ancora finita ma il balletto del mercato 2021/22 è già ripartito alla grande. I colpi di mercato già siglati ma non ancora ufficializzati, le partenze annunciate, i trasferimenti in via di definizione regalano una prospettiva sulla prossima stagione ancora più “alta” nella questione ingaggi e budget confermando l’Italia, con la sua Superlega, ancora una volta al centro del mondo.

Dalla Russia ritornerà in Italia Ivan Zaytsev che, rescisso il contratto con Modena, andrà alla Lube Civitanova dove si dice che in panchina potrebbe trovare l’attuale CT azzurro Gianlorenzo Blengini. Torna in Italia il palleggiatore brasiliano Bruno, vice campione del Mondo e campione olimpico in carica, che per la quarta volta rivestirà la maglia di Modena Volley per cercare di recuperare un rapporto che si era chiuso nell’ombra del braccio di ferro con Stoytchev al termine della stagione 2017/18. Con lui tornerà il francese Earvin Ngapeth (ha già firmato il contratto da tempo) dopo le due stagioni a Kazan, per una accoppiata che alla piazza emiliana ha lasciato il dolce sapore del bel gioco in bocca nell’anno del triplete nel 2015-2016. Con loro dovrebbe arrivare anche il cubano, naturalizzato brasiliano, Yoandi Leal che ha già comunicato a Civitanova di non restare.

I marchigiani sono alla ricerca di un posto 4. Tra i nomi opzionabili il francese Rossard (da Vibo) o Lavia (da Modena) o la promozione di Yant Herrera dalla panchina. Nelle Marche si vocifera anche di un possibile arrivo di Matey Kaziyski, da Verona.

Va alla caccia di un opposto la Sir Safety Perugia di patron Sirci che deve affiancare a quel fenomeno vero che è Leon (mister Milione) un campione di livello per sostituire Atanasijevic. L’opposto serbo ha chiesto di vivere nuove esperienze, Patron Sirci ha optato per il “beau geste” e ha deciso di liberarlo dal prossimo anno di contratto. Per uno come “Bata”, otto anni con la maglia del club perugino, quasi un atto dovuto. Il mercato internazionale non regala molte opzioni, c’è Rychlicki in uscita dalla Lube o lo statunitense Anderson un arrivo solo sfiorato qualche anno fa.

C’è poi Piacenza che sta corteggiando il mondo. Arriverà il centrale Cester (da Vibo), il regista francese Brizard (dalla Russia), da Vibo Rossard è nel mirino, dopo un contatto con Zaytsev (vero o il suo agente ha solo giocato al rialzo con la Lube?), per il posto 2 potrebbe esserci proprio Atanasijevic o il bosniaco naturalizzato turco Adis Lagumdzija che è ancora sotto contratto con Monza. l club brianzolo se vorrà fare un ulteriore salto di qualità dovrà necessariamente rivedere il contratto al rialzo con l suo bomber. Altra piazza che cercherà di fare un passo in avanti sarà Milano che con Sbertoli e Patry sotto contratto, ha confermato – per iniziare – il giapponese Ishikawa.