7° giornata
Usa – Brasile 0-3 (23-25, 22-25, 17-25)
Usa: Christenson 2, A. Russell 16, D. Smith 2, Anderson 7, Muagututia 11, M. Holt 8, E. Shoji (L); Stahl 1, Patch 0, Ma’a 0, Tuaniga 0. Non entrati: Jendryk, Defalco, Saeta (L). All: Speraw.
Brasile: Bruno 2, Lucarelli 11, Lucas 10, Alan 16, Leal 15, Mauricio Souza 4, Thales (L); Cachopa 0, Felipe Roque 0. Non entrati: Isac, Mauricio Borges, Douglas Souza, Flavio, Maique (L). All: Renan Dal Zotto.

GIAPPONE – A dispetto dell’essersi concluso in soli 3 set il big-match della 7° giornata non ha deluso le attese proponendo un match di alto livello condito da diverse giocate spettacolari.
Ad aggiudicarselo è stato il miglior Brasile della stagione, con una prova quasi impeccabile di Leal, Bruno, Alan, Lucarelli, Lucas e Thales (appena meno brillante, ma comunque positivo Mauricio Souza oggi preferito a Flavio ed Isac). Gli Usa a loro volta hanno disputato una buona partita sino alla metà del 3° set, momento in cui sono crollati. A deludere nella formazione nordamericana è stato l’opposto Anderson: appena 6 su 21 in attacco per il neoacquisto di Modena che ha vanificato la buone prove di Russell, Holt e Muagututia.

Con questo risultato il Brasile ipoteca il primo posto in classifica. Sulla strada dei verdeoro resta ancora la Polonia, ma il vantaggio in classifica è importante (1 vittoria e 3 punti) e persino uno 0-3 basterebbe per il primato in caso di nessun set perso nelle altre 3 partite da giocare contro Tunisia, Giappone e Italia.

LA PARTITA
1° set: Il Brasile parte forte con un ace di Lucarelli (0-1) ed una spettacolare giocata di Bruno in contrattacco che lascia Lucas senza muro: 0-2. Gli Usa rispondono con un ace di Muagututia (3-3) ed un raro errore di Leal (5-4) che si rifà subito con 2 ace consecutivi: 5-7. Anderson sbaglia in pipe (5-8), ma Russell (7-8) e lo stesso Anderson (8-8) pareggiano con 2 contrattacchi. La prima fase del’incontro continua ad essere ricca di break point con le 2 squadre che picchiano duro dai 9 metri con profitto: muro di Lucas su Holt (8-10), ace di Russell (10-10), contrattacco di Russell (12-11), ace di Anderson (14-12), muro di Leal su Anderson (14-14). Il Brasile torna avanti con i contrattacchi di Lucarelli (16-17) e Lucas (18-20), ma gli Usa pareggiano in extremis sull’errore in attacco di Leal (23-23) che comunque si rifà subito conquistando il set point col 7° punto personale nel set: 23-24. Sul servizio dell’ex-cubano Dal Zotto si gioca il doppio cambio con Cachopa in seconda linea e Felipe Roque ed il punto è verdeoro con Lucarelli bravo a capitalizzare in contrattacco una difesa su Russell (comunque autore di 8 punti nel set): 23-25.

2° set: Secondo set molto meno ricco di break point. Solo 2 per parte sino all’11-12 poi gli Usa tornano avanti con l’ace di Holt su Lucarelli: 14-13. Alan mura Russell (14-15), ma il trentino si rifà con l’ace del 17-16. A trovare i guizzi decisivi in contrattacco grazie ad una buona battuta e ad ottime difese è però il Brasile: prima la pipe di Lucarelli (17-18), poi due punti consecutivi di Alan (20-22 e 20-23). Russell accorcia le distanze dopo uno spettacolare scambio prolungato (22-23), ma Leal chiude i conti al primo set point: 22-25.

3° set: Il Brasile parte a mille con un muro di Lucas su Holt, un contrattacco e poi un ace di Lucarelli: 0-3. Gli Usa però ci sono ancora: contrattacco di Russell (4-3), ace di Holt (4-4), contrattacco di Russell (6-5). Lucas riporta avanti i suoi (8-9), ma gli Usa non mollano: errore di Lucarelli (10-9) e contrattacco di Russell (12-10). Il muro di Leal sullo spento Anderson (13-13) e l’erroraccio di Muagututia (15-16) segnano l’inizio della fine per il team di Speraw: contrattacco in pipe di Leal (16-18), muro di Lucas su Anderson (16-19). Sul 17-20 doppio cambio con Tuaniga e Patch, ma non funziona: muro di Leal su Patch (17-21) e contrattacco di Lucas (17-22). Tornano Christenson ed Anderson che però spara out: 17-23. Il Brasile chiude il conto con altre 2 giocate di alto livello: ace di Lucarelli (17-24) e contrattacco senza muro di Alan (17-25).

Le altre partite della 7° giornata
Argentina – Canada 3-0 (25-16, 25-22, 25-20)
Top Scorer: Lima 14, Martinez Franchi 13, Loser 11, Palacios 11; Maar 15, N. Hoag 11, Vernon-Evans 5.

Polonia – Egitto 3-0 (25-19, 25-18, 25-16)
Top Scorer: Szalpuk 15, Klos 9, Kaczmarek 8, Huber 7, Muzaj 7; Hisham Ewais 10, Rashad Atia 9.

Tunisia – Iran 0-3 (24-26, 17-25, 22-25)
Top Scorer: Nagga 19, Ben Slimene 6, Jouini 6; Esfandiar 17, Yali 15, Mojarad 12, Ebadipour 8.

Italia – Australia 3-0 (30-28, 25-13, 25-22) – news

Giappone – Russia 3-1 (25-22, 21-25, 25-22, 25-16)
Top Scorer: Nishida 22, Ishikawa 14, Takahashi 9, Fukuzawa 8; Kruglov 20, F. Voronkov 13, Iakovlev 11, Semyshev 5, Shcherbinin 5.

LA CLASSIFICA