World Grand Prix: Boskovic non basta, il Brasile è la prima finalista

Final Six: Semifinale (5 agosto)
Serbia – Brasile 1-3 (25-20, 23-25, 14-25, 23-25) – il tabellinoil video

NANCHINO – Dopo aver rischiato l’eliminazione nella prima fase ed essere stato ad un passo dall’eliminazione anche ieri (6 i match point annullati dalla Cina all’Olanda) il Brasile di Zé Roberto approfitta di una giornata sottotono della Serbia e si impone in rimonta sulla formazione di Terzic a cui non basta una sontuosa Boskovic.

FORMAZIONI – Differentemente dal match contro gli Usa Terzic sceglie Zivkovic e Veljkovic al posto di Antonijevic e Stevanovic. Per il resto nessuna sorpresa con le solite Boskovic, Mihajlovic, Rasic, Malesevic e Blagojevic che completano il sestetto. Una novità nel Brasile con Bia al posto di Adenizia come nel finale di match contro l’Olanda. Per il resto confermate Roberta, Tandara, Rosamaria, Natalia, Carol e Suelen.

PIU’ E MENO – L’unica a brillare nella Serbia è Boskovic: per l’opposta ci sono 31 punti col 48% di vinc. in att. (32% di eff.), 4 muri e 3 ace. Positiva anche Rasic con 13 punti, il 73% di vinc. in att. (60% di eff.) e 2 muri, mentre delude Mihajlovic: appena 9 punti col 41% di vinc. ed il 23% di eff. Stecca completamente Busa che chiude con 0 punti, -33% di eff. in att. su 9 colpi e 4 err. in ricezione. Nel Brasile spicca l’ottima Tandara con 24 punti totali ed il 59% di vinc. in att. Da segnalare anche il positivo impatto sul match di Drussyla: 11 punti col 58% in att. e 4 ace. Troppi poi gli errori punto della Serbia: 26 contro 14.

LA PARTITA –
1° set: Avvio equilibrato con il Brasile avanti 7-8 al primo time-out tecnico dopo 2 break-point per parte. Un errore di Mihajlovic in attacco (8-10) e di Malesevic in ricezione sul servizio di Carol danno al Brasile il +3: 8-11. Terzic sostituisce Malesevic con Busa ed il set torna in parità con gli errori di Roberta (10-11) e Tandara (12-12). Veljkovic firma il sorpasso murando Rosamaria (13-12) e poi si scatena Boskovic: ace (15-13), contrattacco dopo scambio prolungato (16-13) ed ancora ace (17-13). Zé Roberto prova a spezzarle il ritmo con il doppio cambio (dentro Macris e Monique) e Natalia ottiene il “cambiopalla” (17-14). Un fallo in palleggio di Mihajlovic (17-15) ed un muro di Natalia su Mihajlovic riportano sotto il Brasile (18-17), ma Boskovic ristabilisce il +3 (21-18). Ancora una scatenata Boskovic (addirittura 13 punti nel set) realizza il muro del 23-19 ed il contrattacco del 24-19, poi Rasic chiude: 25-20.

2° set: Busa resta in campo per la Serbia. Adenizia rileva Carol al centro. La prima squadra ad allungare è il Brasile: errore di Rasic (3-4), errore di Terzic che chiama un challenge perdente a scambio in corso (5-7) e muro di Adenizia su Mihajlovic (8-11). Il Brasile regala un break-point mancando una facile ricostruzione (10-11), ma torna ad allungare con un raro muro su Boskovic (10-13) ed un bel contrattacco di Tandara (11-15). Boskovic però torna ad imperversare e con 2 contrattacchi consecutivi riporta la Serbia a -1: 14-15. Mihajlovic concede il 15-18 e poi riporta la Serbia a -1 (17-18). Entra Drussyla per Rosamaria, ma è Natalia ad ottenere un gran punto negando il pari alla Serbia (17-19). Il “cambiopalla” del Brasile regge fino a fine a set e Drussyla realizza il suo primo punto con il contrattacco del 21-24. Il gran servizio di Boskovic propizia un errore della stessa Drussyla (23-24) che poi però ha un’altra chance e non la sbaglia: 23-25.

3° set: Squadre in campo con le stesse formazioni del finale del 2° set. I primi 2 break-point sono della Serbia (uno a muro per il 3-2 ed un ace di Boskovic per il 5-3), ma il Brasile risponde con 2 ace di Drussyla (5-6), un contrattacco di Tandara (7-9) ed un ace di Roberta: 7-10. Busa soffre in ricezione e Boskovic per una volta non rimedia: 8-12. Drussyla concede un’invasione (10-12), ma poi si riscatta con un bel muro su Boskovic: 10-14. Momento difficile per la Serbia che incassa un contrattacco di Tandara (10-15) e scivola a -6 sull’errore in palleggio di Zivkovic che non trova Veljkovic (11-17). Entra Antonijevic, ma Bia mura Veljkovic per il +7: 12-19. Entra Stevanovic, ma Busa fa sprofondare la Serbia a -9 (12-21) e le ragazze di Terzic mollano definitivamente col set che termina 14-25.

4° set: Scelta strana di Terzic che per il quarto set tiene in campo Antonijevic, Stevanovic e clamorosamente e misteriosamente anche Milenkovic per Mihajlovic e la pessima Busa. La Serbia trova il primo break con un muro di Rasic (4-2), ma un ace su Busa (5-5), un contrattacco di Tandara (6-7) ed un errore di Boskovic (6-8) ribaltano presto la situazione. Boskovic pareggia, ma il Brasile riparte con Tandara (9-11) e l’ace di Drussyla ancora sull’incerta Busa: 12-15. Ace anche per la specialista Amanda (13-17), ma il Brasile si fa clamorosamente rimontare: muro di Rasic su Adenizia (16-18), invasione su Milenkovic (17-18), contrattacco di Drussyla (17-20), contrattacco di Boskovic (19-20), contrattacco di Rasic (20-20), slash di Milenkovic su errore in ricezione di Drussyla (21-20) ed errore di Roberta su un’altra buona battuta di Antonijevic: 22-20. Dentro Macris per Roberta in regia e poi sul 22-21 Monique al servizio per Tandara. Mosse che funzionano perché arrivano una difesa su Boskovic concretizzata da Drussyla (22-23) ed un ace: 22-23. Tandara conquista la prima palla match (23-24) e poi il muro del Brasile fa buona guardia su 3 palle scontate consecutive date a Boskovic: 23-25.

Sostieni Volleyball.it