World Grand Prix: Brasile-Olanda 3-2. Cina terza semifinalista

1194
Il Brasile batte l'Olanda e resta in corsa

Pool J: 2° giornata (3 agosto)
Brasile – Olanda 3-2 (25-27, 25-23, 22-25, 25-22, 15-11) – il tabellino – il video

NANCHINO – Con una sofferta vittoria in rimonta (anche svantaggio di 11-13 nel 4° set) al tie-break il Brasile di Zé Roberto resta in corsa per le semifinali, ma domani dovrà fare il tifo per una vittoria della Cina nel match contro l’Olanda altrimenti saranno le orange a passare. Zhu Ting e compagne sono invece già in semifinale e necessitano di soli 2 set per vincere la pool.

FORMAZIONI – Nessuno novità né nei roster, né nelle formazioni che sono le stesse di Cuiaba: Roberta-Tandara; Natalia-Rosamaria; Carol-Adenizia e Suelen per il Brasile; Dijkema-Plak; Buijs-Grothues; De Kruijf-Belien, Knip per l’Olanda.

PIU’ E MENO – Bella battaglia in attacco tra Tandara e Plak (un po’ calata alla distanza) che finisce quasi in parità: 25 punti col 52% di vinc. ed il 33% di eff. per la brasiliana; 24 punti col 47% vinc. ed il 29% di eff. per l’olandese. L’Olanda paga la giornata no di Buijs (-24% di eff. in att.) anche se la giovane Daalderop che la sostituisce già nel corso del 2° set non sfigura. Buoni anche l’ingresso di Bia (5 muri) per Adenizia ed il 57% in att. di De Kruijf.

LA PARTITA 
1° set: Dopo l’iniziale 0-3 il Brasile allunga 7-4, ma l’Olanda risponde e torna sotto sul 11-10 per pareggiare a quota 14. L’arrivo è in volata: Natalia trova l’ace del 23-22 con l’aiuto del nastro, ma un muro di De Kruijf su Adenizia (24-25) ed un bel pallonetto della prolifica Plak in rigiocata valgono il 25-27.

2° set: Il Brasile scappa subito 6-0 con Natalia protagonista, ma Plak non è da meno e l’Olanda pareggia già a quota 6. Altro strappo del Brasile (10-6), ma l’Olanda ricuce ancora (12-12). Si procede a punto con l’Olanda che mette il naso avanti sull’errore di Tandara (21-22), ma Natalia (23-22), un muro su Grothues (24-22) e l’errore in battuta di De Kruijf (25-23) danno il set al Brasile.

3° set: C’è Macris per Roberta nel Brasile, mentre Daalderop resta in campo al posto di Buijs nell’Olanda che parte meglio e scappa 1-5 dopo un ace di Belien ed un errore del Brasile. Il Brasile arriva per 2 volte al -1 (7-8 e 16-17), ma non riesce mai a raggiungere le avversarie che nel finale tornano ad allungare (18-23) e chiudono alla terza palla set con un muro di Daalderop (22-25).

4° set: Zé Roberto ripropone Roberta per Macris, ma lascia in campo Bia (già entrata la posto di Adenizia nel 3°) mentre Morrison insiste con Daalderop. L’Olanda ci crede e sembra potercela fare (11-13), ma incappa in un break di 5 punti consecutivi: errore di Daalderop (13-13), ace di Carol (14-13), muro su Plak (15-13) ed errore di Daalderop (16-13). Il Brasile tocca il +5 con un muro sulla marcatissima Plak (20-15) e poi chiude 25-22.

5° set: Subito 4 break-point per il Brasile con Tandara (2-1), Rosamaria (3-1) che punisce una ricezione lunga, ancora Tandara (4-1) ed un errore di Plak (5-1). L’Olanda risponde con un muro su Carol (5-3), ma un miracolo in difesa del Brasile nega all’Olanda il 6-4 e sulla rigiocata Plak incappa nel muro del 7-3. L’errore di Natalia (9-7) non basta per riaprire la partita perché l’Olanda non ottiene più nessun break-point ed alla prima palla match il Brasile chiude con un muro di Bia su De Kruijf.

Sostieni Volleyball.it