World Grand Prix: L’Italia supera ancora la Turchia. Egonu e c. 3-1

Pool H: 1° giornata (7° giornata complessiva)
ITALIA – TURCHIA 3-1
 (25-17 20-25 25-21 32-30) – il tabellinorisultati e tabellini 7° giornatala classifica generale

BANGKOK – Dopo il 3-0 di Macao, anche a Bangkok l’Italia torna a vincere (3-1) con la Turchia aprendo così con un successo anche il terzo weekend di World Grand Prix. Per le azzurre di Davide Mazzanti si tratta della quinta vittoria consecutiva.

Rispetto alla prima sfida, la partita odierna è stata molto più combattuta, ma l’Italia ha trovato la forza di ottenere un successo importantissimo in chiave qualificazione alla Final Six di Nanchino.

NUMERI AZZURRI – Egonu top scorer del match con 23 punti (17 attacchi, 2 muri, 4 ace). Sylla a 16, Caterina Bosetti a 12, Raphaela Folie a 12.

SESTETTI – Come formazione iniziale il tecnico italiano ha schierato Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Caterina Bosetti e Sylla, centrali Folie e Chirichella, libero De Gennaro. Guidetti ha risposto con Alikaya-Boz; Ismailoglu-Yildirim (Baladin dal 2° set); Arici-Babat (Akman dal 2° set); Orge e poi anche Akoz liberi.

LA GARA – Nel primo set l’Italia ha iniziato con qualche errore di troppo, permettendo alle turche di rimanere a contatto. Dopo la fase iniziale, però, le azzurre hanno spinto sull’acceleratore e grazie ai punti del duo Egonu-Bosetti è riuscita a staccare le avversarie. La Turchia ha fatto tanta fatica in attacco, venendo sempre contenuta dalla difesa azzurra, guidata ottimamente da Di Gennaro. Il parziale è diventato così un monologo italiano chiuso sul (25-17).

Nella seconda frazione Guidetti ha operato diversi cambi, ma l’Italia si è portata nuovamente al comando arrivando (16-13) al primo tempo tecnico. Da quel momento in poi le azzurre hanno accusato un lungo passaggio a vuoto e le turche, spinte dal buon turno in servizio di Caliskan, ne hanno approfittato. Le azzurre hanno perso precisione in ricezione e di conseguenza non sono riuscite più a sviluppare il proprio gioco, al contrario delle avversarie che si sono galvanizzate. Mazzanti ha tentato la carta del doppio cambio Orro e Sorokaite, ma la Turchia non si è più fermata (20-25).

Nella terza frazione l’Italia ha faticato in avvio, dovendo rincorrere le avversarie, agganciate grazie alle battute di Egonu. Una volta in parità le due squadre hanno dato vita ad un lungo botta e risposta, ricco di azioni lunghe e combattute con delle difese spettacolari. Decisivo è stato l’ingresso di Sara Loda, capace con il suo servizio di mettere in difficoltà le turche e lanciare la fuga azzurra (25-21).

Nel quarto set nessuna delle due squadre è riuscita a prendere il sopravvento ed in campo si sono visti diversi errori. Dopo aver provato più volte l’allungo, le turche hanno sfruttato un black out dell’attacco azzurro, guadagnando tre punti vantaggio (19-22). Nel momento decisivo, però, l’Italia ha trovato la forza di reagire e lanciata dal turno in sevizio di Egonu ha ribaltato la situazione (24-22). I due match point sprecati hanno riaperto i giochi, e il finale è diventato combattutissimo con le azzurre capace di imporsi alla settima palla match (32-30) grazie ad uno spettacolare ace di Egonu.

Sostieni Volleyball.it