World Grand Prix: L’Olanda manca 6 match point contro la Cina ed esce

1130
La Cina fa piangere l'Olanda

Pool J: 3° giornata (4 agosto)
Cina – Olanda 3-2 (25-23, 23-25, 25-23, 20-25, 18-16) – il tabellino – il video

NANCHINO – Dopo una partita dall’andamento incredibile la Cina, che non risparmia nessuna delle sue titolari nonostante conquisti matematicamente il 1° posto del girone dopo aver vinto il 3° set, supera al tie-break l’Olanda e promuove il Brasile alle semifinali mentre il team di Morrison chiude al 5° posto con 2 tie-break persi.

E’ enorme il rammarico di Plak e compagne che nel pazzo tie-break dilapidano addirittura 6 match-point. Le orange infatti si superano dal 10-8 al 10-14 spinte dal servizio di Grothues e dai contrattacchi della giovane Daalderop (che anche oggi sostituisce nel corso del match una spenta Buijs), ma poi Liu Xiaotong (che nel corso del 2° set ha rilevato una Zhang Changning in affanno in ricezione) annulla la prima palla match e si porta al servizio: ace (12-14), doppio contrattacco di Zhu Ting grazie anche a 2 nastri in battuta di Liu Xiaotong (14-14) e poi ci pensa ancora Zhu Ting con 3 punti consecutivi dal 15-16 al 18-16.

PIU’ E MENO – Altra prova monumentale di Zhu Ting che chiude con 32 punti, il 53% di vinc. in att. ed il 40% di eff. Delude invece Zhang Changning che va in panchina con un 5 su 13 in att. e 2 errori in ricezione. Per l’Olanda clamoroso 64% in att. (21 su 33) con 0 errori e 0 murate per la schiacciatrice classe 1998 Nika Daalderop a cui manca solo di mandare a terra il pallone della vittoria nel tie-break (chance mancata per 2 volte). Oltre a Buijs (in panca col 7% di eff. in att.) non eccelle nemmeno Plak che chiude col 35% di vinc. su 46 palloni ed un non soddisfacente 9% di efficienza.

Sostieni Volleyball.it