World League: Brasile in finale, 3-1 agli Usa

790

Final Six: Semifinale (7 luglio)
Brasile – Usa 3-1 (25-20, 23-25, 25-20, 25-19) – il tabellino

CURITIBA – Il Brasile è la prima finalista della World League 2017 ed avrà così nuovamente la chance di cogliere il suo 10° successo in una manifestazione che non vince dal 2010 avendo perso le ultime 4 finali disputate (2011, 2013, 2014, 2016).

PIU’ E MENO – Ad un Lucarelli sottotono rispetto al match precedente fanno da contraltare i miglioramenti di Lucas (61% in att., 1 muro e 1 ace) e Wallace (discreto 47% in att.), ma a condannare il team di Speraw sono soprattutto gli errori del team nordamericano: alla fine ben 38 errori punto (20 in battuta) contro i 19 avversari. Altra chiave della sconfitta sono state le difficoltà perenni incontrate dagli Usa in P1.

LA PARTITA – Brasile subito avanti 3-0 con Mauricio Souza efficace e fortunato dai 9 metri. Gli Usa provano a riavvicinarsi ed arrivano per 2 volte al -1 (6-5 e 10-9), ma vengono ricacciati indietri dai colpi di Lucarelli (15-12) e Wallace (16-12). Il Brasile conserva il vantaggio e chiude 25-20 sul servizio lungo di Christenson.
Il Brasile parte forte anche nel 2° set (4-1), ma gli Usa (che fanno entrare Muagututia per Jaeschke) stavolta pareggiano subito (5-5) e poi allungano con l’errore di Lucarelli (7-9) e l’ace di Sander: 9-13. Pronta risposta del Brasile che vale il 13-13 con 3 contrattacchi consecutivi, ma Jendryk ferma Lucas (15-17) e Sander firma il nuovo +3: 16-19. Un contrattacco di Wallace (21-22) ed una giocata rischiosa e fortunosa della coppia Bruninho-Lucas vale la parità: 23-23. Il palleggiatore di Modena ritenta una giocata con improbabile con Lucas sul primo set-point statunitense, ma stavolta la palla si ferma in rete: 23-25.
Poco male per il Brasile perché la P1 è subito una tassa per gli Usa con Patch che non trova varchi da posto 4: 4-0. L’ace di Lucas vale il massimo vantaggio (9-3) ed anche se gli Usa (con Jaeschke rientrato da opposto) ci provano (20-18) il set resta sempre in mano al Brasile che chiude 25-20 su un errore di Sander: 25-20.
4° set con avvio combattuto (7-8) poi gli Usa regalano 3 attacchi out in sequenza che costano l’11-8. Il team di Speraw ci prova ancora (11-11), ma il Brasile torna ad allungare con un contrattacco di Mauricio Borges (14-12) e Lucas che punisce un errore in ricezione: 15-12. Sander ha un’occasione nel finale per riaprire la partita, ma la palla è complicata e la spara out: 22-19. Gli Usa regalano altri 2 errori e Mauricio Borges chiude i giochi con una variazione in battuta: 25-19.

al termine della seconda semifinale la news completa