World League: Francia seconda finalista. Canada ko in 4 set

941
Francia seconda finalista

Final Six: Semifinale (7 luglio)
Francia – Canada 3-1 (25-19, 22-25, 25-19, 25-21) – il tabellino

Programma finali (9 luglio) (orario italiano)
ore 1.00: 3°-4° posto: Usa – Canada
ore 4.05: 1°-2° posto: Brasile – Francia

CURITIBA – La Francia è la seconda finalista della World League 2017 e raggiunge in finale i padroni di casa del Brasile. Circa un anno fa alle olimpiadi la stessa sfida consentì al Brasile di superare il girone e poi proseguire fino all’oro mentre per la Francia sancì la più grossa delusione delle ultime stagioni.
Il Brasile è in testa all’albo d’oro della World League con 9 successi (segue l’Italia a 8), ma non vince addirittura dal 2010; la Francia vanta “solo” un titolo, conquistato nel 2015, proprio in Brasile, a Rio de Janeiro.

PIU’ E MENO – Dopo un paio di partite post-infortunio in sordina Ngapeth sfodera il meglio del suo repertorio e chiude con 24 punti, il 59% in att. (41% di eff.), 1 muro e 4 ace. Buono anche l’ingresso di Clevenot al posto dello spento Lyneel (-9% di eff. in att. su 11 colpi) ed il contributo del solito Boyer. Dall’altra parte altra bella partita per Vigrass (6 muri) e buon 50% in att. per Vernon-Evans; delude Maar presto sostituito da Barnes.

LA PARTITA – Nel 1° set la Francia allunga subito e dopo l’erre di Perrin e l’ace di Le Roux il punteggio è di 7-3. Al secondo time-out tecnico il vantaggio è di 16-11 (muro su Maar). Al primo set point chiude un ace di Ngapeth 25-19.
La Francia pare poter allungare anche nel 2° set (10-7) ed invece subisce un inaspettato parziale di 1-6 complice un muro subito da Lyneel (sostituito da Clevenot) e qualche problema di troppo in ricezione: 11-13. Il Canada tiene il break finché non viene raggiunto da un muro su Perrin: 21-21. Nel momento decisivo Vigrass ferma Ngapeth (22-24) e Barnes fa subito centro in contrattacco: 22-25.
Ngapeth si fa presto perdonare la murata e con uno spunto dai 9 metri lancia i suoi sul 5-1 in avvio di 3° set. Il 10-5 è un attacco di seconda di Ngapeth che si fa notare anche per la giocata spettacolare del 17-13. La squadra di Tillie va sul velluto e chiude 25-19 con Clevenot.
4° set in bilico sino al 7-7, poi la Francia piazza 4 punti consecutivi (11-7), ma il Canada non si arrende e riacciuffa subito gli avversari a quota 12 con l’ace di Perrin. Il break decisivo per la Francia arriva comunque poco dopo: contrattacco di Ngapeth (15-13), invasione di Barnes (16-13), errore di Perrin (20-16). Il Canada torna sotto con un ace (22-20), ma Barnes si fa murare (24-20) e l’errore al servizio di Vernon-Evans chiude i giochi (25-21).

Sostieni Volleyball.it