World League: Francia in semifinale contro il Canada. 3-2 alla Serbia

1850
25 punti per la coppia Ngapeth-Le Roux

Final Six: Pool K: 3° giornata (6 luglio)
Francia – Serbia 3-2 (25-21, 25-20, 17-25, 18-25, 15-11) – il tabellino

Classifica finale Pool K: Francia 2v-0p 4p, Usa 1v-1p 4p, Serbia 0v-2p 1p.

Programma semifinali (7 luglio) (orari italiani)
ore 20.05 Brasile – Usa
ore 22.40 Francia – Canada

CURITIBA – La Francia è l’ultima semifinalista della World League 2017, mentre la Serbia abdica e dopo il primo posto del 2016 chiude questa edizione al 5° posto.

LA PARTITA – Tillie riparte dal sestetto già schierato in avvio contro gli Usa ed altrettanto fa Grbic che cambia solo il libero (Skundric al posto di Majstorovic) mentre lascia ancora in panchina Atanasijevic e Petric. Dopo l’iniziale 5-9 la Francia piazza un break di 5-0 per il sorpasso (10-9) e poi allunga 14-12 sull’errore di Kovacevic (brutta alzata di uno Jovovic decisamente sottotono). Entra Petric per l’ex-Verona e si fa subito notare murando Ngapeth (14-14) prima di subire a sua volta il muro di Boyer: 16-14. Lyneel firma il 19-16 in contrattacco poi entrano prima Buculjevic e poi Atanasijevic, ma al primo set-point Lyneel chiude sul 25-21.
Il 2° set è quello dell’ultima spiaggia per la Serbia che riparte dalla formazione iniziale. Due contrattacchi di Ngapeth (6-4 e 8-5) ed un errore di un Lisinac che incappa in una rarissima giornata no costano il 10-6. Torna Buculjevic per l’impreciso Jovovic mentre sul 12-7 è il turno di Atanasijevic, ma la Francia è ormai in fuga ed i turni di battuta di Ngapeth (ace del 14-7) e Le Roux (doppio ace per il 17-8) fanno il vuoto. La Serbia si riavvicina, ma finisce 25-20: la squadra di Grbic è eliminata, quella di Tillie va in semifinale, anche se ai transalpini serve ancora la vittoria per il primo posto della pool.
Nel 3° set Grbic cambia quasi tutto ripartendo con Buculjevic-Atanasijevic, Petric-Katic, Krsmanovic-Okolic e ancora Skundric libero. La squadra, un po’ inaspettatamente vista l’eliminazione già sicura, ha una reazione veemente soprattutto grazie all’ottima prova di Petric. La Francia al contrario si distrae e nonostante Tillie cerchi forze fresche dalla panchina cambiando Toniutti e i 2 schiacciatori con Brizard, Thibault Rossard e Clevenot il set termina 17-25.
Nel Grbic insiste con la formazione del 3° set, Tillie tiene in campo Clevenot, Rossard e Brizard che con 2 ace prova a proporre lo spunto del 9-8. Petric non ci sta (10-11), Clevenot (10-12) e Chinenyeze (11-14) sbagliano e la Francia crolla sotto i colpi di Petric (3) ed Atanasijevic (1): 11-18. Cambi in vista del tie-break (poi infatti tutti confermati) per Tillie che fa entrare Bultor e rientrare Toniutti, Lyneel e Ngapeth. Nel 4° set non c’è rimonta (18-25), ma nel 5° la Francia torna a far gioco: 2 contrattacchi consecutivi di Ngapeth valgono il 7-5, il muro di Le Roux su Krsmanovic l’8-5. Atanasijevic concede il 9-5, Boyer si fa murare (12-10), ma rimedia con un ace: 14-10. Chiude Lyneel per il 15-11 che dà alla Francia il primo posto del girone e la semifinale sulla carta più morbida contro il Canada.

Sostieni Volleyball.it