World League: Già decise le 16 squadre della prossima stagione, 12 garantite per 7 anni

Per gli azzurri, penultimi alla vigilia delle ultime tre gare, cancellato il rischio retrocessione. Cambierà anche il Grand Prix che si chiamerà World League femminile

LOSANNA – Dopo tre stagioni con la nuova formula a 3 livelli si appresta ad una nuova rivoluzione la World League che in parte tornerà all’antico. Molte le indiscrezioni trapelate dalle riunioni in sede FIVB.

NIENTE RETROCESSIONI E PROMOZIONI – Per cominciare al termine di questa stagione non ci saranno né retrocessioni, né promozioni e dunque saranno saranno soltanto platonici i successi nei Gruppi 2 e 3. Le due categorie recentemente introdotte dovrebbero infatti essere abolite per un ritorno al gruppo unico dove saranno presenti 16 squadre.
Dodici quelle con partecipazione garantita per le prossime 7 stagioni: Usa, Brasile, Argentina, Italia (niente rischio retrocessione per Giannelli e compagni anche in caso di ultimo posto dunque), Polonia, Serbia, Francia, Germania, Russia, Iran, Cina, Giappone. Quattro quelle con partecipazione garantita solo per la prossima stagione: Canada, Bulgaria, Australia, Korea.

Come si vede un occhio di riguardo è stato riservato all’Asia (5 formazioni su 16 della confederazione AVC) a scapito di nazionali europee di valore tecnico più elevato come Slovenia e Belgio.

MANIFESTAZIONE PIU’ LUNGA – Dopo la riduzione delle ultime stagioni torna ad allungarsi la durata della manifestazione: ogni squadra incontrerà infatti tutte le altre 15 per una sola volta ospitando almeno un girone. Il calendario sarà dunque più equo, ma passeranno da 3 a 5 i week-end della prima fase (4 concentramenti da 4 squadre per ogni settimana) a cui poi dovrebbe far seguito la fase finale (Final Six o Final Four?).

FEMMINILE – Stessa sorte dovrebbe toccare al Grand Prix che pare sarà direttamente ribattezzato World League femminile.
Queste le 12 nazionali con partecipazioni garantita per i prossimi 7 anni: Usa, Brasile, Italia, Serbia, Russia, Olanda, Germania, Turchia, Cina, Korea, Thailandia, Giappone.
Queste le altre 4 al via nella prossima stagione: Argentina, Rep. Ceca, Belgio, Polonia.

Sostieni Volleyball.it