World League: Italia-Russia 2-3, quinto ko azzurro

Azzurri penultimi in classifica e fuori dalla zona retrocessione solo per quoziente set

Gruppo 1: Pool F: 3° giornata (11 giugno)
ITALIA – RUSSIA 2-3
 (33-31 23-25 25-21 23-25 10-15) – il tabellino

PAU – Nella terza gara del secondo weekend di World League gli azzurri di Blengini hanno ceduto anche alla Russia, 2-3.

L’Italia dopo due weekend chiude così con 1 sola vittoria (sull’Iran, giornata inaugurale del torneo di Pesaro) e 5 sconfitte consecutive. In classifica generale è undicesimo posto e si precede solo l’Argentina per quoziente set. L’ultima retrocede nel gruppo 2.

C’è molto rammarico per l’andamento del match odierno, una gara che si sarebbe potuta concludere con ben altro punteggio se gli azzurri fossero stati in grado di essere più “cattivi” nella fase calda del quarto set quando a un passo dal traguardo non sono riusciti a fermare la corsa dei russi, bravi da parte loro a non arrendersi mai neanche quando la gara sembrava essere virata a favore degli azzurri.

I ragazzi di Blengini, oltre a non essere riusciti a conquistare la vittoria, non hanno giocato sugli stessi livelli di ieri e hanno faticato non poco contro la formazione di Shliapnikov che non ha regalato nulla.

Giannelli e compagni, da parte loro, hanno disputato una prova altalenante, intervallando buone cose a numerosi errori; nel complesso quella odierna è una sconfitta dura da digerire per come si è sviluppata. Ora sarà importante rimboccarsi le maniche e lavorare duramente in vista dell’ultimo week end di gare della Fase Intercontinentale in programma a partire da venerdì prossimo ad Anversa, Belgio (Canada ed ancora Francia saranno le altre due avversarie).

FORMAZIONI – Per quanto riguarda le scelte, ancora un cambio in formazione per Blengini che ha schierato Sabbi come opposto al posto di Vettori confermando Giannelli palleggiatore, Ricci e Candellaro coppia di centrali, Botto e Antonov martelli con Colaci libero.
La Russia, invece, è scesa in campo con la diagonale Antipkin-Zhigalov, Volkov e Feoktistov schiacciatori, Vlasov e Kurkaev centrali con Martynyuk libero. A referto all’assenza di Kimerov si è aggiunta quella di Kliuka.

LA PARTITA – L’Italia ha giocato un primo set con molti alti e bassi, commettendo numerosi errori che hanno condizionato l’andamento di un parziale protrattosi a lungo con nessuna delle due formazioni in grado di prevalere sull’altra. Nelle fasi finali è stata l’Italia la prima ad avere la possibilità di chiudere il parziale in proprio favore, ma dopo ben sei palle set annullate ai russi e alla quarta in proprio favore, la nazionale tricolore è riuscita, molto faticosamente, a fare sua la posta in palio con il punteggio di 33-31.
Nel secondo la situazione non è cambiata molto con l’Italia che ha continuato a forzare la mano al servizio (saranno 12 ace e 26 al termine del match). Questo atteggiamento aggressivo ha permesso a Giannelli e compagni di accumulare un minimo vantaggio nella fase centrale del parziale (17-13); il solito gioco altalenante però ha permesso ai russi di impattare la situazione sul 21-21 e poi, nel finale, di servire per il set sul 24-23. La fase difensiva ha continuato ad essere un po’ carente e così la Russia ha finito per vincere 25-23 portando la situazione in parità.
Contrariamente a quanto accaduto in precedenza, nel terzo set l’Italia ha accumulato un progressivo vantaggio (16-8, 19-11) grazie a una certa regolarità nel gioco e approfittando dei parecchi errori commessi dagli avversari; così facendo i ragazzi di Blengini sono riusciti ad arrivare fino in fondo chiudendo 25-21 anche se nel frattempo il divario tra le due formazioni era diminuito.
Quarto set con l’Italia costretta a inseguire nella fase iniziale, ma in grado di riagguantare la parità sul 16-16; i russi da parte loro non hanno mollato, ma la formazione tricolore sembrava decisa a chiudere la partita. Proprio nel finale, però, quando sembrava avviata alla conquista del set (23-21) e quindi del match, la formazione dell’est Europa ha ribattuto colpo su colpo e ribaltando la situazione grazie a un favorevole turno in battuta, è riuscita a portare la gara al tie-break (23-25) sorprendendo gli azzurri nei momenti conclusivi.
Set conclusivo con gli umori decisamente cambiati dato il finale del parziale precedente: i ragazzi di Blengini sono apparsi in confusione e dopo aver cambiato campo sotto di 2 punti hanno finito per cedere 15-10 alla terza palla match.

Domani mattina la Nazionale Italiana lascerà la Francia per ritrovarsi mercoledì mattina direttamente all’aeroporto di Fiumicino da dove partirà alla volta del Belgio.

Classifica Pool F: Francia 3v-0p 9p, Usa 2v-1p 6p, Russia 1v-2p 2p, Italia 0v-3p 1p.

Classifica Gruppo 1: Francia 6v-0p 18p, Serbia 5v-1p 15p, Brasile 4v-2p 13p, Belgio 3v-3p 10p, Polonia 3v-3p 9p, Bulgaria 3v-3p 8p, Canada 3v-3p 7p, Iran 3v-3p 7p, Usa 2v-4p 7p, Russia 2v-4p 6p, Italia 1v-5p 4p, Argentina 1v-5p 4p.

Formula
3 Week-end di gare in ognuno dei quali si giocano 3 gironi di 4 squadre con la formula del round robin. Final Six a Curitiba dal 4 al 8 luglio con il Brasile (organizzatrice) e le altre migliori 5 della classifica generale al termine dei 3 week-end.

Sostieni Volleyball.it