A1 femminile | 27 ottobre 2023, 21:50

Roma: Collaborazione scientifica tra Università "Federico II" e la squadra della capitale

Accordo siglato fra il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli "Federico II" e la Roma Volley Club nell'ambito di nuove attività di formazione e di ricerca

Mandolesi e Rossi

Mandolesi e Rossi

ROMA - Nei giorni scorsi, il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli "Federico II" rappresentato dal Prof. Andrea Mazzucchi e la Roma Volley Club hanno siglato un accordo per attività di formazione e di ricerca.

Una collaborazione di carattere scientifico volta a delineare le applicazioni della Psicologia nei contesti sportivi e a sviluppare linee di ricerca congiunte sul benessere psicologico, sulla gestione delle emozioni, sui processi motivazionali e sul miglioramento della prestazione anche con strumenti di innovazione tecnologica come le realtà virtuale.

Verranno, infatti, svolte attività di ricerca e di formazione nell’ambito delle tematiche della Psicologia dello sport al fine di creare e rafforzare la sinergia tra Università e Territorio per promuovere benessere e salute nello sport e per ideare tecniche di allenamento mentale in grado di migliorare la prestazione di atleti che praticano sport di squadra.

Per gli obiettivi di ricerca e di studio, il progetto prevede il coinvolgimento delle atlete della Roma Volley Club e di personale universitario qualificato che organizzerà anche incontri per la formazione di tecnici e allenatori.

Il Dipartimento di Studi Umanistici consentirà ai ricercatori, tirocinanti, borsisti e dottorandi di condurre le attività di ricerca e di formazione, mentre la Roma Volley Club permetterà la valutazione psicologica delle proprie atlete, previa accettazione dei codici etici, deontologici e di sicurezza da parte di ogni atleta che parteciperà al progetto.

La Prof.ssa Laura Mandolesi, ordinaria di Psicologia generale presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università “Federico II”, con molta esperienza nell’ambito accademico della Psicologia dello Sport, sarà la responsabile scientifica delle attività di ricerca e di formazione, mentre la Barbara Rossi, Direttrice Sportiva della Roma Volley Club, coordinerà le attività delle atlete partecipando attivamente al progetto in tutte le sue parti.

Queste le parole della Prof.ssa Mandolesi: "Tale accordo è un chiaro esempio di una sinergia funzionale tra Università e realtà sportiva che, oltre valorizzare lo Psicologo che lavora in tali contesti, si propone di promuovere tutti gli elementi necessari per raggiungere il successo nello sport, inteso ovviamente come il raggiungimento di un obiettivo. A tal fine, verranno proposte attività di ricerca e di formazione per migliorare il benessere psicofisico delle atlete attraverso tecniche di allenamento mentale personalizzate basate su presupposti scientifici. Sono molto lusingata per la fiducia da parte del club romano che ringrazio anche a nome della mia Istituzione, è un grandissimo privilegio lavorare con le atlete della Roma Volley Club. Sono sicura che questa collaborazione produrrà evidenze scientifiche che valorizzeranno la professione dello Psicologo dello Sport e rappresenterà un modello di come la ricerca scientifica sia il presupposto per la formazione e il progresso della scienza nell’ambito dello sport."

Questo il commento della nostra Direttrice Sportiva Barbara Rossi: “La collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università “Federico II” ci inorgoglisce e rappresenta per la Roma Volley Club un passaggio di approfondimento del potenziale umano e sportivo societario oltre che un importante passaggio per la costante crescita del Club dentro e fuori dal campo. Poter essere interlocutori di studi e ricerche scientifici sul benessere psicologico e sul miglioramento della prestazione delle atlete è un onore e una possibilità di crescita sportiva. Mi auguro che questo sia un primo step di una collaborazione che realizzi ricerche che possano contribuire alla crescita dei processi cognitivi, emotivi e comportamentali degli sportivi.”

Redazione Volleyball.it

Commenti