A1 femminile | 26 novembre 2023, 23:46

A1 F.: Le big vincono. Conegliano e Milano tengono il passo di Novara

Punti cruciali per Cuneo a Busto, Chieri spinge Scandicci al quinto set. Conegliano e Milano vincono entrambe 3-0 contro Casalmaggiore e Roma, mentre Bergamo guadagna un punto nella sconfitta contro Pinerolo.

Haak

Haak

MODENA - Nella nona giornata di A1 femminile, a quattro gare dal giro di boa, le big Conegliano, Milano e Novara (le igorine nell'anticipo di sabato) si confermano. Chieri stratta punto a Scandicci, due tie break a Pinerolo e Busto Arsizio che premiano due formazioni piemontesi.  Oltre alla Wash4Green, successo anche di Cuneo nel palasport bustocco, al debutto dopo l'addio di Velasco.

Tutti i tabellini - I risultati e la classifica

A Treviso la Prosecco Doc Imoco Conegliano ha dovuto utilizzare tutta la sua qualità per superare una tenace TrasportiPesanti Casalmaggiore. Nonostante i primi due set tirati (27-25, 25-23), le campionesse d'Italia hanno ottenuto la vittoria grazie all'apporto di Robinson-Cook, MVP della gara, protagonista di 13 punti. Per la squadra di Santarelli una vittoria ottenuta senza Wolosz e Plummer tenute a riposo. Altri 15 punti di Haak, 13 di Fahr e 11 di Lanier. 

Per la VBC grande prestazione di Smarzek con 19 punti, 51% in attacco. 11 muri a 3 contribuiscono a fare la differenza in favore delle Pantere. 

A Roma, nel sold out del palasport di Viale Tiziano, l'Allianz Vero Volley Milano ha vinto senza perdere alcun set contro la Roma Volley Club. La coppia Bici-Melli ha realizzato 22 punti (11 a testa), ma la risposta di Milano è stata un impressionante totale di 12 muri di squadra e una superba performance di Paola Egonu, che è stata nominata MVP con 26 punti, 52% in attacco su ben 40 palloni.

A Firenze, al PalaWanny, la Savino Del Bene Scandicci ha vinto contro la Reale Mutua Fenera Chieri '76, con una grande rimonta da 1-2 al quinto set. Le piemontesi hanno mostrato una buona capacità di riscattare la sfida persa una settimana fa con Milano sospinte da Grobelna e Skinner a mettere a segno rispettivamente 20 e 19 punti. La prima tornata titolare dal secondo set con il 42% in attacco, 2 ace; la seconda 45%, 2 muri, 2 ace. In due 79 palloni in attacco sui 163 di Chieri. 
Scandicci ha portato a casa il successo con i 18 punti di Carol, i 17 di Antropova  e la prova decisiva nell'ultimo set dell'MVP di Ruddins Lindsey.

Nel match tra la UYBA Volley Busto Arsizio e l'Honda Olivero S.Bernardo Cuneo, sono state le piemontesi a conquistare i preziosi due punti al tie-break. Adelusi è stata nuovamente protagonista con 17 punti e il titolo di MVP, ben supportata dai 18 di Stigrot e i 14 con 6 muri di Sylves. Busto Arsizio, alla prima di coach Cichello da primo allenatore, dopo le dimissioni di Velasco, conquista il diritto di giocarsi il quinto set vincendo il 4° ai vantaggi, ma nel set breve parte subito accusando un break (2-5) poi incolmabile.  Bene Bracchi e Sartori, non risolve la staffetta Frosini-Giuliani in diagonale con Boldini.

Nell'ultima gara del programma il Volley Bergamo 1991, guidato da Alberto Bigarelli ha strappato un punto alla Wash4Green Pinerolo che incassa una vittoria comunque importante per la classifica in chiave play off, uno dei target della società piemontese.

Per Bergamo si è evidenziata una buona reazione, grazie ai 26 punti di Anna Davyskiba (48%, 3 ace) e 24 di Da Silva Lorrayna (47%, 2 muri, 2 ace). Non è però bastato, così come i 15 muri delle orobiche contro gli 8 del Pinerolo di coach Marechiaro. La sua squadra ha impattano la gara con due set vinti ai vantaggi (secondo e quarto 26-24) prima di un tie break giocato punto a punto fino allo strappo finale dal 10-10 al 15-10 finale.
Prestazione decisiva dell'ungherese Nemeth (20 punti, 42% in attacco) e il contributo costante di Ungureanu (18, 50%, 1 muro, 1 ace) e Akrari (17 con 2 muri,. 52%). 

Redazione Volleyball.it