Superlega: Padova che forza! Vince in casa della Lube dopo 27 anni. Takahashi MVP

I veneti non superavano in trasferta i marchigiani dal 1995. La vittoria, in assoluto, mancava dal 2004

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
L'esultanza di Padova che vince in casa della Lube dopo 27 anni

 2ª giornata - Risultati e classifica
CUCINE LUBE CIVITANOVA - PALLAVOLO PADOVA 2-3 (23-25, 25-20, 20-25, 25-16, 12-15)
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 6, D'Amico (L), Balaso (L), Zaytsev 17, Chinenyeze 13, Nikolov 12, Diamantini, Gottardo, De Cecco, Anzani 5, Bottolo 19, Yant Herrera 1. N.E. Sottile, Ambrose. All. Blengini. 
PALLAVOLO PADOVA: Gardini, Canella 8, Zoppellari, Saitta 3, Volpato 1, Petkovic 21, Zenger (L), Takahashi 22, Desmet 8, Crosato 7, Asparuhov 8. N.E. Cengia, Guzzo, Lelli. All. Cuttini. 
ARBITRI: Zavater, Verrascina. 
NOTE - durata set: 30', 28', 30', 28', 18'; tot: 134'. 
Rotazione iniziale 
Civitanova: Zaytsev, Anzani, Garcia, Bottolo, Chinenyeze, De Cecco
Padova: Desmet, Canella, Petkovic, Ran, Crosato, Saitta
Punti
Civitanova: 60 attacchi, 8 muri, 5 ace, 32 errori avversari
Padova: 62 attacchi, 9 muri, 7 ace, 23 errori avversari


HANNO DETTO
Alex Nikolov (Cucine Lube Civitanova): “C’è molto da lavorare. Gioco opposto da una settimana e mezzo, quindi devo migliorare i miei colpi. C’è tempo e saliremo tutti di livello. Sono ottimista per la sfida di domenica contro Modena, ci rifaremo”.
Marco Volpato (Pallavolo Padova): “Sono contento di essere tornato dopo un infortunio fastidioso che mi ha tenuto lontano dai campi per un po’ di tempo. Oggi abbiamo fatto un’impresa, in 11 stagioni a Padova non avevo mai battuto la Lube, sono felicissimo. Per costruire la salvezza servono partite come questa, ora ci godiamo la vittoria e poi inizieremo a lavorare per Cisterna”.

CIVITANOVA - Il tappeto tricolore dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche (1730 spettatori questa sera) non spaventa la Pallavolo Padova, che dopo l’exploit di domenica scorsa con Modena si guadagna la certificazione di ammazza-grandi di questo avvio di campionato battendo al tie break anche i campioni d’Italia della Cucine Lube, a conclusione di una partita lunghissima e ricca di errori, che alla fine premia la squadra più tenace e sfrontata. Il giapponese Takahashi, autore di 22 punti (54% in attacco, 2 muri) è incoronato MVP della partita. Per i veneti si tratta di una impresa storica. La vittoria contro i biancorossi mancava dal 2004, e addirittura dal 1995 in terra marchigiana. 

LA PARTITA - Padova sorprende la Lube già in avvio, con il belga Desmet che sfodera un gran turno al servizio (3 ace) spingendo i suoi sul +5 (8-13), un gap che i veneti terranno fino al 12-17 grazie all’efficacia di Petkovic (5 punti) e Takahashi (5 anche per lui, col 62% di positività) nella fase di cambio palla innescata da Saitta. La reazione dei campioni d’Italia non si fa attendere e arriva anche in questo caso dai nove metri, grazie all’inserimento del giovanissimo Nikolov, che mette in difficoltà la ricezione ospite, consentendo ai suoi di accorciare a -2 (11-13). Poi il pareggio a quota 19, con i marchigiani trascinati da Zaytsev (riproposto nella diagonale di posto 4 con Bottolo) sia al servizio che in fase di contrattacco. Il punto a punto finale premia la tenacia degli uomini di Cuttini, decisivi che dal 23-22 in favore della Lube, arrivato con un muro di Bottolo su Pekotivc, firmano un parziale di 3-0 grazie all’ottimo lavoro in difesa, che viene capitalizzato sul tabellone segnapunti dalle schiacciate di Takahashi (23-25).

Il secondo parziale inizia nel segno del grande ex di giornata Mattia Bottolo (7 punti, 83% in attacco, 1 ace e 1 muro vincente), protagonista assoluto in attacco ed a muro nello strappo che vede i padroni di casa balzare sul 12-7, spianandosi la strada verso la parità nella situazione set, che di fatto viene sancita anticipatamente dall’ace di Zaytsev che scrive il momentaneo 18-13. La Cucine Lube chiuderà poi 25-20, con i veneti che giocano con Zoppellari al palleggio per Saitta, e Blengini che prova invece Nikolov nell’inedito (per lui) ruolo di opposto, visto l’andamento troppo altalenante di Gabi Garcia.

Il diciottenne martello bulgaro resta in campo anche nel terzo parziale, in cui comunque è nuovamente Padova a fare per prima la voce grossa, stavolta con i turni in battuta di Asparuhov (0-5) e Petkovic (2-8). Gioca in maniera nettamente più fluida la squadra di Cuttini, al cospetto di una Lube che invece balbetta in tutti in fondamentali. Sul 16-10 Blengini prova allora il convalescente Yant per Bottolo, ma il cambio palla di Padova scatta puntuale come un orologio svizzero, grazie all’ottimo lavoro in ricezione di Zenger e Asparuhov, e alla fantasia in attacco di un Takahashi a tratti inarrestabile (7 punti, 78% sulle schiacciate). Così i veneti chiudono 22-25 con il primo tempo di Crosato.

I marchigiani risorgono nel quarto set, dominato salendo di tono sia in attacco (46% di squadra contro il 32% degli ospiti) che al servizio (due ace di fila di Zaytsev che scrivono il momentaneo 22-15), ma anche grazie ai 9 errori punto degli avversari.

Il tie break è un monologo dei padovani, bravi a guadagnarsi l’allungo decisivo pungendo con costanza la ricezione di casa. Strappo sul 5-9 con i contrattacchi vincenti dell’inesauribile Takahashi e di Saitta (di seconda), quindi il fallo di seconda linea rilevato a Nikolov, che successivamente spara out il contrattacco del possibile -1. Finisce 12-15.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.