Eventi | 24 gennaio 2024, 23:01

Coppa Italia A1 F.: Troppa Milano per Roma. 25-5 il secondo set. Egonu e c. in Final4

Coppa Italia A1 F.: Troppa Milano per Roma. 25-5 il secondo set. Egonu e c. in Final4

Quarti di finale Coppa Italia Frecciarossa

ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO - AEROITALIA SMI ROMA 3-0 (25-16 25-5 25-15)
ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO: Orro 9, Sylla 11, Folie 8, Egonu 21, Bajema 6, Heyrman 8, Castillo (L), Pusic (L). Non entrate: Candi, Prandi, Daalderop, Malual, Rettke, Cazaute. All. Gaspari.
AEROITALIA SMI ROMA: Rivero 1, Rucli 2, Bici 6, Melli 3, Silva Correa 1, Bechis, Valoppi (L), Madan Rosales 6, Schwan 2, Muzi, Ferrara (L). Non entrate: Ciarrocchi. All. Cuccarini.
ARBITRI: Saltalippi, Goitre.
NOTE - Spettatori: 2263, Durata set: 24', 18', 23'; Tot: 65'.
MVP: Orro.

Top scorers: Egonu P. (21) Sylla M. (11) Orro A. (9) 

Top servers: Egonu P. (7) Orro A. (4) Folie R. (3)
Top blockers: Egonu P. (3) Heyrman L. (3) Sylla M. (1) 

MILANO - L'Allianz Vero Volley Milano sconfigge l'Aeroitalia Smi Roma e si guadagna l'accesso alla Final Four di Coppa Italia Frecciarossa. Una vittoria netta quella della formazione di coach Gaspari, che in poco meno di un'ora e un quarto, si è aggiudicata il pass per le finali di Trieste grazie al successo per 3-0 (25-16; 25-5; 25-15) ai danni delle capitoline.

Un match senza storia per le milanesi, che hanno subito preso il comando della partita nel primo set, consolidando il risultato in un secondo gioco a senso unico, prima di chiudere definitivamente la partita nel terzo parziale. L'Allianz Vero Volley Milano, ora, si troverà davanti la Savino Del Bene Scandicci nelle semifinali del torneo: per le lombarde si tratta del quinto pass della loro storia per la Final Four della coppa nazionale (Bologna 2018 e 2023, Busto Arsizio 2020 e Rimini 2021), fissata nel weekend del 17-18 febbraio.

MVP del match Alessia Orro autrice di una partita importante in attacco, con 9 punti messi a referto ma anche di una regia sapiente ed incisiva. Top scorer dell'incontro Paola Egonu con 21 palloni messi a terra, seguita da Sylla a quota 11. 

SESTETTI - Rispetto alla formazione scesa in campo in campionato contro Chieri, c'è qualche modifica per coach Gaspari con Orro ed Egonu come diagonale palleggiatore opposto, coppia di schiacciatrici composta da Sylla e Bajema, Heyrman-Folie come centrali e Castillo libero. Cuccarini per Roma schiera Bechis in regisa, Bici in diagonale, Rovero e Melli in posto 4, Rucli e Ana beatriz al centro, Valoppi libero.

LA PARTITA - Il primo punto delle meneghine viene messo a segno da Egonu, in un match che nella prima fase vede grande equilibrio con nessuna delle due squadre che riesce a prendere un vantaggio (4-4). E' l'Allianz Vero Volley Milano, però, a firmare il primo break grazie alla diagonale stretta di Bajema e all'ace di Egonu, che porta coach Cuccarini a chiedere la sospensione tecnica sul 7-4. Milano sfrutta al meglio il turno al servizio di Egonu - che trova anche il secondo ace personale del set -, portandosi sul +6 (10-4). La Vero Volley continua a spingere con decisione, toccando le nove lunghezze di vantaggio (13-4). Il primo tempo di Heyrman e il gran monster block di Sylla (16-9), portano la Vero Volley sempre più avanti nel punteggio. Milano illumina l'Allianz Cloud con la qualità del suo gioco corale, scappando via e raggiugnendo la doppia cifra di scarto (20-10). Il set è ben indirizzato sui giusti binari, nonostante il tentativo di rimonta della squadra ospite (23-16) che porta Gaspari a spendere un time-out. La Vero Volley, subito dopo la sospensione tecnica, porta saldamente la nave in porto e si aggiudica il set 25-16.

E' Folie a firmare il primo punto del set, seguito a ruota dall'ace di Orro e dalla splendida diagonale stretta di Sylla (3-0). Secondo ace per Orro e time-out chiamato dalla panchina di Roma, sotto per 4-0. Orro trova il terzo ace, Sylla schiaccia con decisione e le milanesi prendono il largo (6-0). Il parziale si sviluppa sulla falsa riga di quello precedente, con le padrone di casa che si affidano ad un attacco solido come non mai, guidato dalla verve di capitan Orro (12-3). L'Allianz Vero Volley Milano innesta le marce altissime, non lasciando spazio di replica alle avversarie che non riescono a scavalcare la grande correlazione muro-difesa delle meneghine, che volano sul 17-3 dopo i due monster block di Orro ed Heyrman e il doppio ace di Egonu, portando Cuccarini a chiedere il secondo time-out. L'opposta veneta è chirurgica in battuta, Roma non riesce ad opporsi in un set a senso unico, che si chiude con la palla out della capitoline per il 25-5 finale.

Il muro di Egonu inaugura un terzo gioco che, almeno nelle battute iniziali, è più equilibrato, con le romane che cercano di tenersi in scia alle meneghine (5-4). Bajema mette a segno il +2 (6-4), ma l'Aeroitala risponde subito con Melli. Milano strappa nuovamente grazie agli attacchi di Sylla ed Egonu, portandosi sul +5 (12-7). Entra in campo Pusic per una straordinaria Castillo, ma lo spartito non cambia con Bajema ed Egonu incisive in fase offensiva, soprattutto con l'opposta milanese implacabile con la sua diagonale: 16-9 e time-out Cuccarini. Bel primo tempo di Folie in uscita dalla sospensione tecnica, mentre la partita si avvia verso la sua conclusione (20-12). Non c'è spazio di replica, infatti, per le capitoline che non riescono a tenere il forsennato ritmo milanese, cedendo definitivamente il passo dopo l'attacco vincente di Sylla del 25-15.

HANNO DETTO 

Laura Heyrman (Allianz Vero Volley Milano): “Oggi è stata una gara secca forse più facile del previsto, ma siamo state brave noi a rimanere lì con la testa e a spingere dall'inizio alla fine. Sono molto felice di questo risultato: guardiamo avanti verso la prossima partita”.

Margherita Muzi (Aeroitalia SMI Roma): "Sicuramente Milano ha saputo dimostrare tutto il suo valore. Noi non ce la siamo giocata abbastanza. Non abbiamo alibi, ma sapevamo sarebbe stata un'avversaria ostica. Ci aspettavamo qualcosa di più da noi stesse e ce ne andiamo con un po’ di amaro in bocca. Eravamo comunque consapevoli che in una partita dentro-fuori come questa, Milano non ci avrebbe regalato nulla".

Redazione Volleyball.it