Europei U20: Italia in finale contro la Polonia. In semifinale 3-1 alla Bulgaria. Bovolenta torna e ne fa 28

SEMIFINALE
ITALIA-BULGARIA 3-1 (23-25, 25-17, 25-18, 25-20) - Tutti i risultati
ITALIA: Orioli 10, Balestra 9, Boninfante, Porro 17, Volpe 6, Bovolenta 28; Laurenzano (L), Fanizza 1, Iervolino. Ne: Ambrose, Eccher, Penna, Staforini (L), Roberti. All. Battocchio.
BULGARIA: Damyanov 6, Palev 1, A. Nikolov 16, Bouchkov 7, Antov 2, Tatarov 17; Mitov (L), S. Nikolov, Boyanov, Garkov 3, Botev (L). Ne: Nachev, E. Stoev, Mitsev. All. M. Stoev.
ARBITRI: Novak (SLO), Kyriopoulou (GRE)
DURATA SET: 25’, 23’, 26’, 25’
ITALIA: 4 a, 18 bs, 17 mv, 28 et.
BULGARIA: 2 a, 13 bs, 8 mv, 27 et.

MONTESILVANO - E’ finale. La Nazionale Under 20 compie l’impresa e conquista l’accesso alla finale per l’oro ai Campionati Europei di categoria. Oggi pomeriggio al Palazzetto dello sport Corrado Roma di Montesilvano gli azzurrini di Matteo Battocchio hanno battuto 3-1 (23-25, 25-17, 25-18, 25-20) la Bulgaria.
Una gara cominciata in salita per Boninfante e compagni. Sotto 8-1 in avvio di primo set gli azzurrini sono stati bravi ricompattarsi e a recuperare lo svantaggio anche se la rimonta non è stata sufficiente per conquistare il primo set. Dal secondo parziale in avanti, limati gli errori in battuta e trovata continuità a muro (17 quelli totali), la gara è stata a senso unico con l’Italia quasi sempre in vantaggio e la Bulgaria incapace di trovare le giuste contromisure.
A trascinare l’Italia l’opposto Alessandro Bovolenta (28 punti, 1 ace, 7 muri, 50% in attacco). In doppia cifra anche gli schiacciatori Mattia Orioli (10 punti, 4 muri, 40% in attacco) e Luca Porro (17 punti, 2 ace, 2 muri, 47% in attacco).

LA FINALE - In finale sarà ancora Italia-Polonia, come nell'ultima giornata della Pool. Ore 20 al PalaRoma di Montesilvano.

SETSETTI - Recuperato l’opposto Alessandro Bovolenta il tecnico Matteo Battocchio per questa semifinale della rassegna continentale sceglie il sestetto con la diagonale Boninfante-Bovolenta, gli schiacciatori Orioli e Porro, i centrali Balestra e Volpe il libero Laurenzano. Per la Bulgaria Martin Stoev sceglie lo starting six con la diagonale Palev-Antov, gli schiacciatori A. Nikolov e Tatarov, i centrali Bouchkov e Damyanov e il libero Mitov.

LA PARTITA - L’Italia fatica a ingranare e parte subito forte la Bulgaria: l’ace del capitano Nikolov vale il +7 (1-8). Gli azzurrini provano a reagire (6-11), ma non trovano la giusta continuità e la consueta efficacia in battuta e la formazione bulgara rimane in vantaggio (10-18). Coach Battocchio opta per il cambio in regia: fuori Boninfante dentro Fanizza. Due attacchi vincenti di Bovolenta e i muri firmati da Balestra e Porro muovono lo score dell’Italia (15-20), gli azzurrini con pazienza continuano a limare il distacco e nel finale si riportano a -2 (21-23) e pareggiano i conti (23-23). Il time out chiamato dalla Bulgaria rimette ordine tra Nikolov e compagni che conquistano il primo set (23-25).

Al rientro in campo per l’Italia resta in regia il palleggiatore Fanizza (rimarrà lui in campo fino alla fine del match). La Bulgaria prova nuovamente a imporre il proprio gioco (2-4), ma è pronta la reazione degli azzurrini che con Porro in attacco e due muri vincenti piazzano il break che vale il vantaggio (5-4). Ritrovata buona continuità e un’ottima efficacia a muro l’Italia allunga (10-6, 13-7). La Bulgaria prova a tenere il passo (13-10), ma non riesce a riagganciare gli azzurrini che incrementano il vantaggio (18-14, 20-15) e conquistano agevolmente il secondo set (25-17).

E’ L’Italia a interrompere la fase di studio che caratterizza l’avvio del terzo parziale e a portarsi in vantaggio (7-5). Gli azzurrini continuano a macinare buon gioco e punti e allungano (12-7) inducendo la panchina della Bulgaria al time out. Lo stop al gioco non sortisce l’effetto sperato è l’Italia a dettare il ritmo: un attacco di Porro vale il +8 (16-8). Gli azzurrini continuano a macinare buon gioco e punti (20-12) e conquistano senza difficoltà anche il terzo set (25-18) portandosi sul 2-1.

Italia protagonista anche in avvio di quarto parziale (6-4). Una volta trovato il vantaggio gli azzurrini si distendono (9-6) e allungano: un ace di Porro vale il +6 (14-8). La Bulgaria prova a rientrare (16-12), l’Italia mantiene il vantaggio (18-14, 20-16) e conquista set e partita (25-20). L’Italia è in finale!

HANNO DETTO
MATTEO BATTOCCHIO: “La cosa che più conta è la gara di domani, non è esserci. Abbiamo ragionato così tutta l’estate e continuiamo a farlo. E’ stato un inizio di gara un po’ shock, la Bulgaria ha spinto tanto, ci ha aggredito, magari c’era un po’ di tensione da parte nostra. Poi ci siamo sciolti, quasi recuperiamo anche il primo set. Sono molto orgoglioso della reazione che hanno avuto i nostri ragazzi, hanno qualcosa dentro di loro che urla per uscire e lo stanno tirando fuori. Sono molto orgoglioso anche di tutto lo staff, tecnico e medico, che sta facendo un lavoro incredibile. Sono felice e ringrazio tutto il team. Ora dobbiamo riposare e dormire stanotte. Domani siamo zero a zero. Abbiamo vinto una battaglia ma non la guerra. E’ stato importante per Bovolenta essere in campo, perché queste partite sono esperienze di vita. Ieri abbiamo dimostrato che chiunque può entrare in campo, lo stesso è acceduto aggi perché Alessandro Fanizza ha giocato una partita straordinaria. Noi sappiamo che chiunque è in campo può fare la differenza. Sappiamo che domani, qualunque sarà l’avversario, sarà una partita difficile. E’ una finale e sarà molto tosta e lunga”.
ALESSANDRO FANIZZA: “Volevamo tutti conquistare la finale e fare bella figura. Oggi è capitato a me essere in campo, ma poteva capitare a chiunque altro in un’altra situazione. Siamo stati tutti bravi, i compagni mi hanno aiutato molto e siamo riusciti a conquistare l’accesso in finale. Sapevamo che siamo una squadra forte e siamo più bravi della Bulgaria in diversi fondamentali. Anche il primo set è servito per acquisire fiducia: siamo partiti sotto 8-1 e siamo arrivati alla fine 23-25. Poi è arrivata la continuità in battuta che ci è mancata in avvio di gara e siamo riusciti a vincere. Domani ci aspetta una bella sfida, sarà una finale europea contro una squadra forte e cercheremo di prepararla e giocarla al meglio”.
ALESSANDRO BOVOLENTA: “Si gioca in sette, anzi qui si gioca in 14. E’ stata tutta la squadra che mi ha aiutato a fare una bella prestazione e spero sia una delle tante. Domani c’è una partita importante, una finale, e i punti di oggi sono una cosa in più la squadra, invece, è davvero importante. Difficoltà nella partenza, ma ci siamo ripresi subito e abbiamo cominciato a fare il nostro gioco e non ci siamo più fermati fino alla fine. L’inizio ci aveva forse un po’ demoralizzati, ma siamo riusciti a rialzarci bene”.


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti