VNL: Semifinale, l'Italia paga pegno alla pressione. 3-0 ad una Francia più matura

Scritto da Luca Muzzioli  | 

SEMIFINALE
ITALIA - FRANCIA 0-3 (22-25, 20-25, 15-25) - il tabellino set per set
Italia: Giannelli, Michieletto 10, Russo 3, Romanò 6, Lavia 6, Galassi 7, Balaso (L); Anzani 1, Bottolo, Zaytsev 5, Recine, Sbertoli. N.e: Cortesia, Scanferla (L). All. De Giorgi.
Francia: Chinenyeze 8, Patry 14, Clevenot 15, Le Goff 6, Brizard 3, Ngapeth 15, Grebennikov (L); Jouffroy N.e: Toniutti, Boyer, Henry, Louati, Diez (L), Derouillon. All. Giani
Arbitri: Simonovic (SUI), Cespedes (DOM)
Spettatori 7320.
Durata set 27', 25', 22'. Tott. 1h14'

BOLOGNA - Vince la Francia campione Olimpica. La seconda semifinale è un 3-0 pesante (nella rotondità del risultato finale) dei transalpini capaci di mettere sotto gli azzurri che dopo un primo set giocato alla pari, alla distanza hanno ceduto forse più sotto al peso della pressione. Una pressione che questo gruppo ha forse vissuto oggi per la prima volta dal successo europeo. In casa, di fronte a 7.000 spettatori, con un obiettivo davanti la giovane squadra azzurra ha pagato un naturale pedaggio.
Un pegno all'esperienza da fare. A tratti questa sera è mancato un po' tutto: la ricezione e il muro e di conseguenza anche la sfrontatezza in attacco. Anche Simone Giannelli alla distanza non ha saputo trovare il supporto per far cambiare passo alla squadra. Francia comunque brava, non così superiore da giustificare il 3-0, ma più cinica e capace di chiudere anche i palloni sporchi sul muro azzurro o in mezzo alla nostra difesa.
Domani, domenica, alle 18, l'Italia gioca per la medaglia di bronzo contro i campioni del Mondo della Polonia.  La finale è tra Francia e Stati Uniti alle ore 21.

SESTETTI - Gli azzurri di De Giorgi partono con Giannelli in regia, Romanò opposto, Russo e Galassi al centro, Michieletto e Lavia in posto 4, Balaso libero. La Francia di Giani parte con Brizard in regia, Patry opposto, Chinenyeze e Le Goff centrali, Ngapeth e Clevenot posti 4, Grebennikov libero.

LA PARTITA - Inizio vivace con un ace di Patry, un muro di Lavia, un ace di Michieletto: 3-2. Punto a punto  fino a due ingenuità azzurre su pallette francesi di Clevenot da 4 e Ngapeth da seconda linea: 8-10. Si difende e con Lavia da seconda linea si impatta: 10-10. Ngapeth in contrattacco fa allungare la Francia (13-16) De Giorgi chiede time out.  Romanò replica immediatamente da 2, Michieletto contrattacca da 4, Galassi dal centro: 16-16. Set apertissimo. Rompe l'equilibrio per gli azzurri il turno di battuta di Giannelli, primo corto con difesa agevole e rigiocata di Romanò (toccata dal muro come certificato dal Challenge) poi ci pensa Michieletto al secondo contrattacco da 4: 20-18. E' Giani che ora chiede time out e che benefici: arriva un immediato contro parziale francese favorito da un ottimo lavoro difensivo che permette contrattacchi vincenti. Un errore di Michieletto e un ace di Patry su da Lavia: 20-23 (0-5). Set francese al secondo set ball chiuso da Chinenyeze. Ben 7 punti di Ngapeth che ha attaccato al 78%, 5 di Clevenot, 2 ace francesi; 5 punti per Michieletto (67%) in rice Lavia 4 palloni, 2 errori.

Altro set in equilibrio, l'Italia però fatica in ricezione ed è proprio sui servizi di Ngapet che subiamo il break del 8-10. Bene poi per le vie centrali Chinenyeze che Russo non ferma: 9-12. Due difese azzurre valgono il 13-13 con Giannelli che varia le scelte in attacco. Clevenot trova un ace su Lavia, entra Bottolo: 13-16. Zaytsev entra per Romanò (15-18). L'Italia accusa il gioco di Patry mai fermato a muro. Anzi è proprio l'opposto transalpino di Milano che ferma con un "Monstre block" l'alter ego italiano neo entrato, Zaytsev, per il 19-24. Il set lo chiude il posto 2 transalpino 20-25. L'Italia non mura e fatica in ricezione.

Pronti via: 1-4. De Giorgi toglie Lavia per Recine. In posto 2 c'è ancora Zaytsev (1 punto e 1 muro subito nel secondo set). Brizard trova l'ace del 4-9 su Recine. Sul 4-10 Sbertoli rileva Giannelli. Al time out tecnico la situazione è pesante: 5-12. Siamo ai titoli di coda perché la situazione grava sull'inesperienza del gruppo a gestire la prima partita da dentro fuori con pressione. Ngapeth firma un ace su Zaytsev (5-14), poi l'opposto azzurro regala un contrattacco ai francesi, Ivan non c'è! Anzani rileva Russo e subito ha l'occasione per murare Patry, Clevenot però fa mani out: 9-18.  Il set scivola via, lo chiude un ace, quello di Patry su Michieletto. Una foto esatta del match.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti