Perugia: Massimo Colaci, "Vincere aiuta a lavorare con serenità"

Dopo la vittoria di ieri a Padova le parole di coach Anastasi: “Abbiamo giocato un primo set opaco. Eravamo un po’ contratti mentre loro hanno giocato un parziale straordinario. Poi siamo entrati in controllo della partita, onestamente abbiamo so

L'urlo di Massimo Colaci

PERUGIA – Giorno di riposo per la Sir Safety Susa Perugia. Rientrati in tarda serata dalla vittoriosa trasferta di Padova, i Block Devils usufruiscono oggi di 24 ore di riposo e recupero. Appuntamento per tutti domattina al PalaBarton per dare il via alla breve preparazione al prossimo match, la supersfida esterna di giovedì sera sul campo della Cucine Lube Civitanova per l’anticipo dell’undicesima giornata di Superlega.

In attesa del big match in casa bianconera è tempo di una soddisfatta analisi dopo la quarta vittoria consecutiva in questo avvio di campionato conquistata ieri alla Kioene Arena.

“All’inizio abbiamo sofferto e lo abbiamo fatto perché Padova è una squadra forte”, dice il libero Massimo Colaci. “Loro hanno fatto un primo set con un livello di battuta altissimo, noi abbiamo commesso alcuni errori di troppo in un palazzetto bellissimo ma dove non è facile giocare e ci vuole un po’ per prendere ritmo in battuta ed in ricezione. Poi siamo cresciuti direi in tutti i fondamentali e siamo stati bravi a non disunirci nei momenti difficili. Ci prendiamo la quarta vittoria e vincere è sempre meglio, ti aiuta a lavorare in palestra sulle cose che non sono magari andate bene con tranquillità e serenità. L’utilizzo di tanti giocatori? Abbiamo la possibilità di far giocare tutti senza per questo perdere qualità. È, diciamo così, un lusso che possiamo permetterci perché la società ha allestito un roster di assoluto livello ed il coach può scegliere in base alle caratteristiche di ognuno senza che per questo scenda il livello. E non dimentichiamo l’importanza anche di chi entra dalla panchina. Ieri ad esempio Greg (Ropret, ndr) con i suoi ingressi al servizio ci ha dato una grande mano”.

“Abbiamo giocato un primo set opaco”, spiega il tecnico Andrea Anastasi. “Eravamo un po’ contratti mentre loro hanno giocato un parziale straordinario. Poi siamo entrati in controllo della partita, onestamente abbiamo sofferto poco, lavorando bene con muro, difesa e contrattacco, magari con qualche errore di troppo in battuta. Ma sono tutte situazioni che ci stanno perché ogni partita ha la sua storia. Giovedì andiamo a Civitanova e ci aspetta una gara molto interessante ed anche importante per entrare in ritmo per la Supercoppa. Giochiamo contro i campioni d’Italia, una squadra che è in crescita. Andremo ad affrontarli con grande umiltà e rispetto”.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti