Torneo di Montreux: Vince l'Italia, 3-0 alla Russia. Egonu 26 punti, Krotkova ko

Scritto da Giacomo Tarsi  | 
Finale 1°-2° posto
ITALIA - RUSSIA 3-0 (25-21, 30-28, 26-24)
Italia: Malinov 2, Chirichella 9, Danesi 12, L. Bosetti 12, Sylla 7, Egonu 26, De Gennaro (L); Cambi 0, Parrocchiale 0. Non entrate: Ortolani, Nwakalor, Melandri (L), Guerra, Lubian. All: Mazzanti.
Russia: Khodunova Krotkova 2, Zaryazko Koroleva 5, Goncharova 18, Startseva 1, Fetisova 4, Ilchenko Parubets 9, Galkina (L); Talysheva (L), Ekaterina Efimova 4, Romanova 0, Voronkova 3, Malygina 1, Kotikova 6. Non entrata: Lyubushkina. All: Pankov.
Arbitri: Espicalsky (Bra) e Wensheng (Cin).
Durata: 27', 31', 27’.
Italia: 2 a, 6 bs, 15 m, 20 et.
Russia: 4 a, 8 bs, 6 m, 13 et.

MONTREUX - Dopo l'avvio disastroso contro la Turchia l'Italia di Mazzanti chiude nel migliore dei modi il torneo di Montreux aggiudicandosi il prestigioso torneo svizzero battendo in finale 3-0 la Russia.
Per l'Italia è il secondo titolo nella manifestazione (l'altro successo risaliva al lontano 2004) e decisamente una bella iniezione di fiducia in vista del mondiale.

PIU' E MENO - Mattatrice dell'incontro è al solito Paola Egonu che pur commettendo qualche errore in più rispetto a ieri mette a referto ben 26 punti con un ragguardevole 50% in attacco. Da segnalare sono però anche la bella prova di Bosetti (12 punti con qualche colpo d'astuzia nei momenti delicati) e la miglior performance delle centrali nel torneo (finalmente 6 muri per Danesi e 4 per Chirichella). La Russia sbaglia meno (13 contro 20), ma è surclassata a muro (15 a 6) ed in attacco è pericolosa solo con Goncharova (17 su 37).

LA PARTITA 
1° set: La Russia parte meglio e conquista i primi 4 break point del match: 0-1, 0-2, 4-7 e 4-8 con il muro di Startseva su Bosetti dopo scambio prolungato. Dopo il time out tecnico l'Italia rientra immediatamente con 2 break-point di Bosetti ed un liscio di Zaryazko (8-8) e poi sorpassa quando Krotkova va in difficoltà da posto 4: palla out (10-9) e murata subita da Danesi (11-9). Chirichella (subito più in partita rispetto agli altri match) realizza il +3 murando Parubets (14-11) e poco dopo è un contrattacco di Egonu a firmare il nuovo massimo vantaggio azzurro: 18-14. Doppio cambio della Russia con Romanova e Malygina, ma Krotkova è murata (19-14) e deve anche lasciare il posto a Voronkova per infortunio (la giocatrice lascerà il campo in barella). L'Italia tocca il +6 con Bosetti (20-14), ma poi subisce l'ace di Zaryazko (20-16) ed il contrattacco di Voronkova (20-17). Sul 21-18 la Russia chiude il doppio cambio, ma non recupera nulla ed anzi torna a -4 sul contrattacco di Egonu (manco a dirlo top scorer del set con 8 punti) che conquista il primo set-point: 24-20. Goncharova annulla il primo (24-21), Pankov prova il tutto per tutto con il servizio di Kotikova, ma la giovane specialista della Dinamo Kazan batte lungo: 25-21.

2° set: Il secondo set scorre sui binari dell'equilibrio. Nessuna delle 2 squadre riesce a prendere 2 punti di vantaggio anche perché prima Bosetti (14-14) e poi Egonu (16-16) sprecano 2 ghiotte occasioni. Da segnalare però molti cambi: Efimova per Zaryazko sull'8-9, Romanova per Startseva sul 9-10, Kotikova per Voronkova sul 13-12 e Cambi per Malinov sul 14-13. Un errore gratuito di Egonu riporta avanti la Russia: 18-19. Efimova trova a sorpresa l'ace del 18-20 e Mazzanti rinforza la ricezione con Parrocchiale per Sylla. E' un contrattacco di Egonu (meno devastante rispetto al match di ieri, ma comunque positiva) a riportare il set in parità: 21-21. Sul 22-22 torna Sylla in prima linea. Egonu ha la palla del sorpasso, ma il pallonetto su alzata un po' bassa è arpionato da Parubets: 23-24. L'Italia (che sul 25-25 fa rientrare Malinov) spreca altre 2 occasioni per tornare avanti con Chirichella (out del 25-26) ed Egonu (altro pallonetto murato da Kotikova per il 26-27), ma annulla tutti e 4 i set-point russi (3 volte con Egonu) ed alla fine sorpassa con un'invasione di Romanova su ricezione filo rete (28-27). Al secondo set point azzurro chiude un murone di Egonu su Parubets (30-28).

3° set: La Russia tiene in campo Romanova, Efimova e Kotikova mentre Zaryazko rientra, ma per Fetisova. L'Italia resta con il sestetto di inizio match. Le azzurre vanno in difficoltà sul turno di battuta di Zaryazko e perdono subito terreno: ace (1-3), fallo fischiato a Malinov (1-4) e slash di Efimova (1-5) su ricezione lunga di Sylla. Bosetti accorcia le distanze (4-6), ma Egonu appoggia in rete: 5-9. Kotikova viene murata da Egonu (7-9), ma si rifà in battuta ottenendo un mezzo punto chiuso da Zaryazko (8-12) ed un ace favorito dal nastro (8-13). Sul 9-14 torna Fetisova per Efimova. La Russia tiene il +5 sino al 10-15 poi Bosetti fa partire la rimonta azzurra: 12-15. Entrano Startseva, Malygina (che prende la murata del 15-17) e Talysheva (come libero di ricezione). Sul 15-18 rientrano Romanova e Goncharova e si rivede Cambi (per il giro dietro al posti di Malinov nell'Italia). L'Italia ricuce con un altro muro, stavolta su Zaryazko: 17-18. Il pari è nell'aria e lo firma Egonu in contrattacco: 20-20. Sylla punisce un'alzata a vuoto di Romanova ed è sorpasso: 21-20. Ancora Sylla con l'attacco del 22-21 e l'ace del 23-21 su Kotikova. Due errori consecutivi di Egonu riportano avanti la Russia: 23-24, ma Bosetti annulla il set point (24-24), Danesi mura Goncharova (25-24) ed Egonu chiude i giochi capitalizzando una difesa su Kotikova: 26-24.


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti