Champions League | 05 maggio 2024, 17:35

Superfinals: Trento è campione d'Europa!

L'ultimo punto è del capitano Podrascanin, alla sua ultima gara con l'Itas.

Superfinals: Trento è campione d'Europa!

SUPERFINALS 
ITAS TRENTINO – JASTRZEBSKI WEGEL 3-0 (25-20, 25-22, 25-21)
ITAS TRENTINO: Kozamernik 8, Michieletto 16, Sbertoli, Pace (L), Rychlicki 15, Laurenzano (L), Lavia 11, Podrascanin 8. Non entrati: Nelli, D’Heer, Cavuto, Berger, Magalini, Acquarone. All. Soli.
JASTRZEBSKI WEGEL: Popiwczak (L), Toniutti 1, Patry 9, Sclater 1, Gladyr 6, Macionczyk, Fornal 19, Mbaye, Szymura 9, Huber 8. Non entrati: Markiewicz, Sedlacek, Makos, Jozwik. All. Mendez.
ARBITRI: Sarikaya, Simonovic.
Note – durata set: 26’, 29’, 28’; tot: 83’. Itas Trentino: Battute Sbagliate 7, Vincenti 3. Jastrzebski Wegel: Battute sbagliate 8, Vincenti 4.

ANTALYA - Ad Antalya, di fronte a 8.500 spettatori, Trento torna sul tetto d'Europa. Trentino Itas di forza e qualità e campione d'Europa, per la quarta volta nella sua storia, tredici anni dopo la Final Four di Bolzano. 

Il risultato della finale di Antalya è inequivocabile, un 3-0 ai campioni di Polonia dello Jastrzebski che alla vigilia sembrava impossibile. La squadra di Mendez non ha saputo scardinare, con il solo Fornal, l'unico veramente incisivo, all'impeto di una squadra di Fabio Soli indomabile. 

Trento ha vinto grazie a servizio, muro diretto e alla capacità di realizzare dopo i tantissimi break conquistati con tocchi a muro e difese.

Un successo forse inatteso per le due diverse inerzie dei due club. Polacchi freschi di secondo titolo nazionale, italiani reduci dall'eliminazione dalla stessa Champions League 2024/25 con la sconfitta nei play off per il 3° posto, strascico negativo dopo l'eliminazione in semifinale play off scudetto.

E' stata la più bella Trento della stagione con un Michieletto trascinante, supportato al meglio dalla coralità di una squadra finalmente tornata al completo. Grande generosità di Lavia e Sbertoli, freschi di problemi fisici. 

E' la prima Champions League di Fabio Soli

 

SESTETTI: Così lo Jastrzebski di coach Marcelo Mendez. Toniutti in regia, Patry opposto, Fornal e Szymura in posto 4, Huber e Gladyr al centro, Popiwczak libero. Trento con il ritrovato Fabio Soli risponde così: Sbertoli, Rychlicki opposto,. Kozamernik e Podrascanin centrali, Lavia e Michieletto posti 4, Laurenzano libero.

LA PARTITA

1° set: Trento con un turno di battuta di Lavia favorisce un iniziale +3 chiuso da muro di Podrascanin, il secondo trentino in questi avvio (6-3). Lo Jastrzebski impatta con Toniutti che forza per le vie centrali con Gladyr e Huber. Squadre che impattano (8-8) prima che un turno di battuta di Rychlicki permetta un nuovo +3 Trentino ancora con Podrascanin a chiudere a muro. Michieletto c'è: contrattacco e ace 17-13. "Lavia moment": attacca e mura (Patry) e pallonetto: 21-18. Va al servizio e Trento allunga ancora: 23-18 con Rychlicki e Michieletto. Sclater, subentrato a Patry annulla il primio set ball. Michieletto chiude il primo set: 25-20.
Importante il lavoro al servizio e muro/difesa. Trento si è data tante occasioni di contrattacco. 7 punti per Michieletto.

2° set: Lo Jastrzebski parte forte 0-3. Dopo il primo time out di Soli Trento impatta con Kozamerik che piazza due muri importanti. Michieletto firma il break trentino con attacco e turno di battuta che porta un ace (il suo secondo) e un muro di Podrascanin: 9-7. Time out Mendez che produce effetti, Fornal spinge, i polacchi tornano in partita: 10-10, 13-13.  Rychlicki in buono spolvero, mette nel mirino le mani alte del muro avversario e tiene in scia Trento (17-17).  Pipe di Michieletto dopo difesa gialloblù, muro di Kozamernik e rigiocata di Lavia: 19-17. Mendez rispende un time out e chiede ai suoi di non chiudere, troppo presente il muro Trentino Itas. Szymura lo ascolta ma è talmente "aperta" che esce lunga: 20-17. Cambia la diagonale Mendez, fuori Toniutti e Patry. Lavia c'è! Non c'è Macionczyk che si lascia morire la palla in mano invece di palleggiare... Rientrano i titolari dello Jastrzebski. Patry e Fornal ci mettono una pezza: 23-20, Michieletto la strappa però e firma il 24-20. Fornal in solitaria annulla il primo set point in attacco ace sul secondo (su Laurenzano) 24-22. Time Soli. Michieletto firma il 25-22, suo 6° punto nel set, 8 di Rychlicki. 8 di Fornal unico dei polacchi a impensierire.

3° set: Tanto equilibrio con Trento che allunga sempre 4-2, 8-6, 10-8, fino al 10-10 firmato da Gladyr. Trento torna avanti ancora di 2: 12-10, Fornal impatta: 12-12. Ace Toniutti su Laurenzano e Lavia: 12-13. Laurenzano riceve di là: 13-13, punto diretto del libero. Lo Jastrzebski ha un sussulto: 13-15, spende un time out Soli. Podrascanin a muro continua a fare male, Rychlicki e Michieletto impattano a 16-16, Trento difende e contrattacca. Scatler regala la diagonale out, Kozamernik mura: 21-19. Kozamernik rimura, questa volta Fornal: 22-19. Altro attacco out di Scatler, rientra Patry: 23-19. Fornal è l'ultimo che ci crede e annulla un set ball, poi Podrascanin, il capitano ci mette le mani! Trento è tua.

Finałowa dekoracja rozgrywek Ligi Mistrzów 2023/2024.

Zabrakło medalu, złotego medalu dla Marko Podrascanina, kapitana zwycięskiej ekipy Itasu Trentino...

CEV, proszę państwa...#CLVolleyM pic.twitter.com/vr4UAFSP92

— Jakub Balcerzak (@Jakub110Jakub) May 5, 2024

Luca Muzzioli

Commenti