Wevza U17M.: Prima missione compiuta! Brava Italia

Gli azzurrini superano in finale la Spagna 3-1 e si qualificano per l'Europeo. Il palleggiatore Simone Porro MVP

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
L'Italia festeggia la vittoria del torneo

Finale 1°/2° posto
ITALIA-SPAGNA 3-1 (20-25, 25-14, 25-22, 25-21)
ITALIA: Bertoncello 17, Benacchio 8, Porro 2, Cremoni 18, Zara 9, Colaci 16; Giani (L), Boschini 1, Mussari, Usanza (L), Zlatanov 2, Argilagos. Ne: Ruzza, Garello. All. Cresta.
SPAGNA: Gomez Sandro 3, Garcia Dominguez 11, Amoros Martin 2, Kunda Visciglia 15, Rejon Faundez 7, Nadal Montalbano 4; Barrasa Portomene (L), Canadas Reina , Ripa Penes 1, Gutierrez Riera, Quesada Gomez 1. Ne: Irache Camacho. All. Mosquera
ARBITRI: Markus Zyber (GER), Ricardo Ferreira (POR)
DURATA SET: 23’, 21’, 29’, 26’
ITALIA: 5 a, 22 bs, 11 mv, 38 et
SPAGNA: 4 a, 9 bs, 3 mv, 22 et

DARFO BOARIO TERME - La Nazionale Under 17 maschile ha vinto la finale del Torneo Wevza conquistando così la qualificazione ai prossimi Campionati Europei di categoria. Questa sera gli azzurrini, guidati da Monica Cresta, hanno battuto in finale 3-1 (20-25, 25-14, 25-22, 25-21) la Spagna aggiudicandosi anche il pass per la rassegna continentale.

Premi individuali – Nel corso della cerimonia di premiazione sono stati assegnati anche una serie di riconoscimenti individuali agli atleti che hanno partecipato al Torneo Wevza. 
Mvp della competizione il palleggiatore dell’Italia Simone Porro. Il giovane regista degli azzurrini è anche entrato nel dream team, in qualità di miglior palleggiatore, insieme agli schiacciatori Simone Bertoncello (ITA) e Mario Garcia Dominguez (ESP), ai centrali Nicola Zara (ITA) e Pierre De La Porte (FRA), l’opposto Kunda Visciglia Diego Armando (ESP) e al libero Andrea Giani (ITA).

SESTETTI – Per questa finale del Torneo Wevza Under 17 maschile il tecnico Monica Cresta si affida al sestetto con la diagonale Porro-Colaci, gli schiacciatori Cremoni e Bertoncello, i centrali Benacchio e Zara e al libero Giani Il tecnico Fredison Mosquera si affida invece allo starting six composto da Gomez Sandro, Garcia Dominguez, Amoros Martin, Kunda Visciglia, Rejon Faundez, Nadal Montalbano e al libero Barrasa Portomene.

LA PARTITA - Entrambe le formazioni approcciano il match con decisione. Italia e Spagna si affrontano a viso aperto: sono gli spagnoli a tentare il primo allungo (3-5), ma gli azzurrini sono bravi a ricucire (5-5) e per un lunghissimo tratto la partita procede sostanzialmente punto a punto (9-9, 11-11, 16-16). E’ nuovamente la Spagna ad allungare con un break che vale il +4 (16-20). L’Italia non riesce a recuperare lo svantaggio (18-22), gli spagnoli amministrano (19-24) e conquistano il primo set (20-25).

E’ l’Italia a imporre il proprio gioco al rientro in campo e a portarsi subito in vantaggio (4-2). I ragazzi di Monica Cresta sono bravi a non disunirsi: mantengono ritmo e concentrazione (9-4) e allungano sul +7 (11-4). La Spagna non riesce a contenere il buon gioco degli azzurrini che continuano a macinare buon gioco e punti: Colaci firma il 13-8. L’inerzia del set non cambia, l’Italia continua a crescere (19-10) e conquista agevolmente il parziale (25-14) riportando in parità il conto set (1-1).

Il terzo parziale comincia a parti invertite: è la Spagna a dettare il ritmo in campo (3-6, 6-9). Con pazienza gli azzurrini recuperano lo svantaggio (10-10), ma è nuovamente la Spagna a ripartire (13-15) e a rimanere in vantaggio (17-20). Il time out chiamato da coach Cresta rimette ordine e dà nuovo slancio al gioco dell’Italia: gli azzurrini riescono a riportare in parità lo score (22-22) e nel finale trovano l’allungo decisivo (25-22). Il conto set recita 2-1 a favore dell’Italia.

Sulla scia del set precedente sono gli azzurrini a dettare il ritmo alla ripresa del gioco in avvio della quarta frazione (6-4). La Spagna, pur provando a tenere il passo (9-7, 11-9), non riesce a ristabilire l’equilibrio e l’Italia è brava a capitalizzare ogni occasione (17-12). Il time out chiamato da coach Mosquera non è sufficiente per rimettere in corsa gli spagnoli e gli azzurrini si spingono sul +7 (21-14). Nel finale tutto facile per i ragazzi di coach Cresta che chiudono il set (25-21) e conquistano la qualificazione ai prossimi Campionati Europei di categoria.

I RISULTATI DELL'ULTIMA GIORNATA
Sabato 7 gennaio
Finale 3°-4° posto: Germania – Francia 0-3 (17-25, 21-25, 16-25)
Finale 1°-2° posto: Italia – Spagna 3-1 (20-25, 25-14, 25-22, 25-21)
Raggruppamento 5°-7° posto
Sabato 7 gennaio
Olanda – Portogallo 3-2 (25-21, 22-25, 17-25, 25-23, 15-12)
LA CLASSIFICA1. Italia, 2. Spagna, 3. Francia, 4. Germania, 5. Portogallo, 6. Belgio, 7. Olanda.

HANNO DETTO
MONICA CRESTA, allenatore Italia: “E’ stata una bella finale. Nel corso del torneo la Spagna ha fatto soffrire tutti, si merita di andare avanti e faccio loro un in bocca al lupo per la prossima qualificazione. Noi siamo contenti, soprattutto abbiamo sfatato il fatto di perdere in finale con la squadra battuta nella fase a gironi. Nel primo set siamo partiti un po’ contratti, questo pubblico è bellissimo, ma forse a 14-15 anni fa aumentare l’emozione. I ragazzi sono stati eccezionali. Sono due anni che lavoriamo insieme con i tempi a nostra disposizione. Siamo contenti per il risultato e sicuramente non ci fermiamo qua. I ragazzi ora devono tornare nelle proprie società, lavorare come sanno e poi tornare la prossima estate per l’Europeo in Montenegro. Siamo una squadra dal primo all’ultimo, anche i ragazzi che sono stati messi fuori rosa, perché più di 14 non ne potevamo portare, anche loro fanno parte di questa squadra. Una menzione speciale per i ragazzi che sono qui e sono entrai in corsa e ci hanno aiutati a risolvere più di una situazione”.
BRYAN ARGILAGOS: “Oggi siamo stati bravi a ribaltare la situazione. Monica deve sapere che tutti noi che siamo in panchina siamo sempre pronti per una difesa, per un muro, per un’alzata, per qualsiasi cosa. Dobbiamo dare sicurezza. Siamo contenti di aver vinto e aver conquistato questa qualificazione”.
SIMONE BERTONCELLO: “Ci aspettavamo una partita molto difficile, ma volevamo confermare il successo della partita del girone. Serviva tutta la squadra per vincere, Monica contava molto sul fatto che chi è in panchina fosse parte attiva del gruppo facendo il tifo e nel momento del bisogno. Eravamo molto emozionati, ma siamo contenti di aver vinto”.
SIMONE PORRO: "E’ stato un torneo bellissimo, con una finale bellissima e inaspettata. Ieri sera ci pensavamo che la Francia potesse strappare un 3-2 alla Spagna. E’ andata bene in ogni caso, forse abbiamo vinto con maggiore facilità rispetto alla prima partita anche se nel primo set eravamo un po’ contratti. Ci siamo sbloccati, siamo riusciti a fare il nostro gioco e siamo riusciti a vincere”.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.