PallaVoto | 23 novembre 2023, 18:40

PallavoTo: Velasco voto Mr.Wolf, De Cecco voto Ebe. Piazza il nuovo Kant

* rubrica satirica

PallavoTo: Velasco voto Mr.Wolf, De Cecco voto Ebe. Piazza il nuovo Kant

di Alessandro Trebbi

JULIO VELASCO voto MR. WOLF: Il vostro spogliatoio è ingestibile e bisogna cambiare allenatore? Non c’è problema, chiamiamo Velasco. La vostra squadra lombarda, giovane e di belle prospettive, ha bisogno di un un maestro per crescere? Non c’è problema, chiamiamo Velasco. Il vostro palleggiatore ha il tocco di Edward Mani di Forbice? Non c’è problema, chiamiamo Velasco. Il rubinetto perde? Non c’è problema, chiamiamo Velasco. Gomma bucata? Non c’è problema, chiamiamo Velasco. Aò, Antonio Guterres, l’hai capitoooo?!?! 

PERUGIA voto BALDINI: La squadra di Angelo Lorenzetti si sta allenando sulla lunga distanza. Dato che il marchigiano conosce bene il suo mondo, forse è venuto a sapere che presto la Fivb aumenterà il punteggio dei set a quota 40, o che forse si giocherà sempre a 25 ma al melgio dei 7 parziali. Così la Sir gioca sempre due ore e mezza, giusto per essere pronta al cambio regolamento. 

DANIELE LAVIA voto MERCEDES BENZ: Come la celebre auto tedesca, il martellone della Nazionale è forever senza benzina. “Casco in testa ben allacciato, luce arancione della spia della riserva sempre accesa e prudenza, sempre!”. 

LUCIANO DE CECCO voto EBE: Come la coppiera di Zeus, il regista argentino appare sempre giovane, bello, eburneo nel distribuire palloni, ellenistico nei suoi vezzi in primo tempo, ancestrale nella sua lettura del gioco, dionisiaco nella lussuria delle sue invenzioni, anabattista nel rifiutare che altri si possano porre al suo livello. 

PAVLE PERIC voto MANZONI: "Peric! Chi era costui?" ruminava tra sé Antonio Bongiovanni da Taranto seduto sul suo seggiolone, in un palasport dell’Italia centrale, con un libricciolo aperto davanti, quando Ljubo Travica entrò a portargli l'imbasciata. "Peric! Questo nome mi par bene d'averlo letto o sentito; doveva essere un uomo di studio, un letteratone del tempo antico: è un nome di quelli; ma chi diavolo era costui? Perché ha attaccato col 58%???".

MATHIJS DESMET voto 8: In emiliano “desmet” significa “smettila!”. Esattamente quello che gli ha chiesto Stoytchev per tutta la partita. Ma lui niente! 

ALLIANZ MILANO voto FILOSOFIA: Si può vincere senza Kaziyski? Questa domanda ha popolato i saggi, gli studi, i consessi di filosofi per gli ultimi 500 anni. Domenica è arrivata la risposta. Sì, si può. Roberto Piazza è il nuovo Kant. Infatti spesso si autonomina, lo si sente anche nei microfoni direzionali dire “*io Kant!”.

UROS KOVACEVIC voto 10: Leggermente indisposto dal fatto che a risolvere problemi venga chiamato Velasco, Uros prepara la sua tremenda vendetta. Quale sarà? Come sarà? Ai posteri l’ardua sentenza.

di Alessandro Trebbi