A1 F.: Novara fa l'impresa a Monza. Vince 3-2, Karakurt MVP

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 

11a giornata - Risultati e classifica
VERO VOLLEY MILANO - IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3 (19-25 16-25 25-22 25-19 11-15)
VERO VOLLEY MILANO: Sylla 15, Stevanovic 1, Orro 7, Stysiak 18, Folie 8, Thompson 3, Parrocchiale (L), Rettke 10, Larson 7, Davyskiba 3, Negretti (L), Candi, Begic. Non entrate: Camera. Allenatore Gaspari. 
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bosetti 14, Danesi 8, Karakurt 28, Carcaces 18, Chirichella 9, Battistoni 2, Fersino (L), Bresciani, Giovannini, Ituma. Non entrate: Varela Gomez, Sassolini, Bonifacio, Adams (L). Allenatore Lavarini. 
Arbitri: Lot, Curto. 
Note - Spettatori: 3003, Durata set: 25', 22', 29', 27', 19'; Totale: 122'. 
MVP: Karakurt.
Best Scorer: Ebrar Karakurt (Novara) 28 punti, 21 in attacco 22%, efficienza 38%, 4 ace, 3 muro
Best Server: Ebrar Karakurt (Novara)  4 ace (21 battute, 4 errori)
Best Blocker: Dana Rette (Monza) 4 punti
Best receiver: Jordan Larson (Monza)  92% efficienza, 14 ricezioni, 92% positiva, 71% di perfetta 

MONZA - Impresa della Igor Volley, che a Monza conquista il nono successo in campionato dopo due ore e mezza di battaglia grazie a una prestazione di altissimo livello, nonostante le assenze pesanti con cui fare i conti, contro un avversario fortissimo e in serie positiva quale il Vero Volley Milano. Ottima performance dell’intero collettivo con l’opposto azzurro Ebrar Karakurt premiata MVP e autrice di 28 punti nei cinque set.

SESTETTI - Milano in campo al gran completo, con Thompson opposta a Orro, Folie e Stevanovic al centro, Stysiak e Sylla in banda e Parrocchiale libero; Novara con Battistoni in regia e Karakurt in diagonale, Chirichella e Danesi centrali, Carcaces e Bosetti schiacciatrici e Fersino libero.

LA PARTITA - Si parte subito testa a testa (4-4) e il punto a punto, con inerzia “conquistata” da Novara (5-6, Karakurt) prosegue fino al 9-9 (fast di Folie), poi Karakurt fa il break in battuta (9-11, ace) e allunga in pipe (11-14) mentre Milano non molla (13-14) e serve una magia di Bosetti per trovare il +4 (13-17) che costringe al timeout Gaspari. Due errori di Thompson (17-22) e Novara non sbaglia più, nonostante i tanti cambi tattici delle lombarde: ace di Karakurt (17-23) e maniout di Carcaces (18-24) prima del 19-25 che vale lo 0-1.

Stessi sestetti in campo e Carcaces spinge subito (0-3, diagonale), mentre Gaspari manda in campo Davyskiba in posto due; Bosetti (5-9) e Battistoni (5-10) alzano la voce a muro, Stysiak ci prova (7-10) ma Karakurt mette a segno prima la diagonale del +6 e poi il pallonetto dell’8-15. Dentro anche Larson ma Novara non rallenta: Bosetti trova l’ace del 9-17 e il punto del 14-22 mentre il nastro “accompagna” l’ace di Battistoni sul 14-23. Finisce con un errore di Sylla, 16-25 (0-2).

Gaspari cambia assetto, mettendo Larson titolare in banda e spostando Stysiak in diagonale a Orro, confermando anche la subentrata Rettke. Bosetti (4-5) e Danesi (6-8) mettono la testa avanti, Carcaces mantiene le distanze sull’8-10 ma Stysiak inverte l’inerzia (12-11) e un muro su Karakurt vale il +2 per Milano (13-11) con Lavarini che ferma il gioco. Karakurt ricuce (16-16) e Bosetti sorpassa (ace, 17-18) ma l’opposto turco “sciupa” la palla del 17-20 mandando out (18-19) e Rettke porta avanti le sue sul 22-21 a rete. Un muro lancia Milano (24-22), che poi chiude 25-22, riaprendo il match.

Stessi sestetti e Monza che prova a spingere con Orro (7-4) e Stysiak (8-4) mentre Novara prima reagisce (10-7, diagonale di Karakurt) e poi cede di nuovo, con Sylla che trova il 14-8. Le azzurre non mollano, Danesi mura Larson (17-14) e fino al 21-18 la Igor rimane in gioco, poi due muri di Rettke lanciano Milano (23-18) e un’altra “stoppata” di Orro vale il 25-19 che manda le squadre al tie-break.

Chirichella mura Rettke inaugurando al meglio il tie-break (2-4), poi firma la fast del 3-6 e “stoppa” Larson per il +4 (3-7) mentre Gaspari (che alterna i liberi: Parrocchiale in ricezione, Negretti in difesa) ferma il gioco. Bosetti mantiene le distanze (5-9) e poi replica, sempre in diagonale, per il 5-10 che costringe Milano al secondo timeout. Sul 6-11 Milano si prende il servizio, l’ex Candi entra e propizia un 4-0 che riapre la partita (10-11) ma Carcaces in maniout ritrova il +3 (10-13) e un muro di Karakurt su Sylla vale il match point (10-14). E’ proprio la turca a chiudere, in diagonale, al secondo tentativo: 11-15 e 2-3.

HANNO DETTO
Stefano Lavarini (allenatore Igor Volley Novara): "Credo che oggi oltre al risultato, che è importantissimo, possiamo essere profondamente orgogliosi dell'atteggiamento e della prestazione messi in campo. Abbiamo affrontato un avversario in forma e molto forte e abbiamo tenuto il campo sempre, vincendo i primi due set e rimanendo in partita nei due successivi, in cui il Vero Volley ha trovato soluzioni diverse, cambiando il sestetto e l'assetto. Siamo rientrate cariche nel tie-break, disputando un parziale di altissimo livello e conquistando il successo".

Myriam Sylla (Vero Volley Milano): “Abbiamo approcciato questa gara in modo sbagliato. Potevamo scendere in campo con un atteggiamento molto più determinato. Loro hanno fatto la loro gara, quello che avevamo studiato. Siamo arrivate troppo tardi e forse nel quinto set non avevamo gli elementi per portare a casa la partita. C'è sicuramente da riflettere su quello che stasera non ha funzionato".



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.