Mondiale 2022 F.: Torneo "nonsense". 9 gare quasi per nulla, palas vuoti, musica a tutto volume e i soliti favori...

Blog: Comunichescion di Luca Muzzioli

Scritto da Luca Muzzioli  | 

"Riposare domani (oggi, ndr) a livello di gambe può essere un fattore positivo, però, io avrei giocato subito un'altra partita" ha sottolineato ieri Miriam Sylla, capitana azzurra alle prese con un Mondiale maratona iniziato già 14 giorni fa. L'agonismo alle azzurre per fortuna non  manca, indiscutibile la loro generosità, ma resta il dato, quello di un torneo elefantiaco che con 24 squadre al via fa giocare a quel vasto lotto di nazionali accreditate alle medaglie ben nove gare che sono praticamente quasi senza valore, per poi risolvere il tutto tra quarti, semifinali e finali.
La lunga formula delle prime due fasi a gironi è un inutile artifizio per esporre il gioco della pallavolo a palazzetti vuoti e le atlete ad una maggior possibilità di rischio infortuni. Per cosa? Per la voglia spasmodica da parte della FIVB  di trasformare l'evento agonistico in uno show all'americana dove il gesto tecnico viene dopo i decibel sparati a tutto volume dagli speaker, spesso in impianti vuoti. 
 

Un torneo complicato sin dall'inizio quando tutte le 24 squadre sono state fatte giocare la propria gara inaugurale ad Arnhem, in uno stadio coperto con tre campi allestiti e gare in contemporanea con l'effetto discoteca di un campo a sovrapporsi all'inno nazionale delle squadre impegnate in quello a fianco. Quindi le due fasi per definire le otto formazioni qualificate ai Quarti di finale, con una formula che sino a quel punto non offrirà nessuna possibilità di sorprese vere. Anzi, se l'Olanda padrona di casa dopo la prima fase si è trovata a mal partito, con due sconfitte sulle spalle, ecco che per la gara inaugurale della seconda Pool, essendo l'organizzatore, per ritonificare il proprio mondiale ha potuto scegliersi l'avversaria con cui iniziare il cammino, quella comoda Argentina ottava (e ultima) della graduatoria che invece sarebbe dovuta essere la naturale avversaria delle azzurre, prime della classifica. 
 

Come nel torneo maschile, dove Polonia e Slovenia sono state individuate con teste di serie a dispetto della classifica nell'avvio di seconda fase, anche nella rassegna femminile la FIVB, insieme alla federazione di casa, non ha lesinato percorsi senza ostacoli alle orange. Ultima stranezza per tutte nel torneo femminile il Quarto di finale. Dopo 9 gare quella sfida riproporrà alle nazionali in lizza una partita già giocata non essendoci possibilità di incrocio tra squadre della pool olandese e pool polacca.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti