A2 F.: Trento impeccabile. I tre punti con l'Albese valgono la vetta

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
Esultanza a fine gara di Trento

2a giornata di ritorno Serie A2 Femminile Girone A
TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO - ITAS TRENTINO 1-3 (16-25 22-25 25-23 20-25) 
TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO: Veneriano 8, Stroppa 4, Cassemiro 3, Gallizioli 2, Nicolini 4, Pinto 10, Rolando (L), Conti 15, Cantaluppi 8, Badini 1, Radice. Non entrate: Bernasconi, Nardo (L), Nicoli. All. Chiappafreddo. 
ITAS TRENTINO: Bonelli 6, Mason 13, Moretto 8, Dehoog 17, Michieletto 16, Fondriest 11, Parlangeli (L), Meli 1, Bisio. Non entrate: Joly, Libardi (L), Michieletto, Serafini. All. Saja. 
ARBITRI: Angelucci, Mazzara'. 
NOTE - Durata set: 23', 29', 28', 30'; Tot: 110'. MVP: Fondriest.

COMO - Missione compiuta. Il 2023 dell’Itas Trentino si apre esattamente come era terminato il 2022, ovvero con un convincente successo della truppa di Stefano Saja. L’insidiosa trasferta sul campo della Tecnoteam Albese, formazione che all’andata aveva espugnato il Sanbàpolis e che nella prima parte di stagione aveva sconfitto tutte e tre le prime della classe, porta in dote alle gialloblù altri tre preziosissimi punti (si tratta della nona vittoria nelle ultime dieci gare disputate), che permettono a Bonelli e compagne di guadagnare momentaneamente la testa della classifica, in attesa del match di domenica tra Brescia e Sassuolo. Premio di mvp del match, per la seconda volta consecutiva, assegnato a Silvia Fondriest, artefice di una prestazione di qualità al centro della rete, con 11 punti personali (4 muri). Molto bene in posto 4 Francesca Michieletto con 16 palloni stampati a terra, uno in meno rispetto a DeHoog, top scorer della sfida. Merita una menzione tra le fila trentine anche il libro Parlangeli (63% in ricezione e tante ottime difese), mentre tra le lombarde spiccano le prove della trentina Alessia Conti (15 punti) e della giovane Cantaluppi, entrambe entrate a gara in corso.

SESTETTI - Saja si affida a Bonelli in regia, DeHoog opposto, Mason e Francesca Michieletto laterali, Moretto e Fondriest al centro e Parlangeli libero. Chiappafreddo, tecnico di Albese, replica con Nicolini in regia, Stroppa opposto, Cassemiro e Pinto in posto 4, Veneriano e Gallizioli al centro e Rolando libero.

LA PARTITA - Ottimo l’approccio alla gara dell’Itas Trentino che si aggrappa al pungente servizio di Bonelli per realizzare il primo significativo break dell’incontro: la pipe di Michieletto, due lampi di Moretto (attacco e muro su Cassemiro) e l’ace della regista comasca di Trento spediscono le gialloblù dal 6-7 fino al 6-12, costringendo Chiappafreddo a ricorrere al time out. L’Itas lavora bene a muro e in difesa, incrementando il gap con l’ispirata Mason (8-16), il lungolinea di Michieletto e il muro di Bonelli (12-19). Finale in discesa per il sestetto di Saja, agevolato nel chiudere rapidamente il parziale da alcuni errori di troppo della Tecnoteam (16-25).

L’Itas Trentino preme il piede sull’acceleratore anche in avvio di secondo set (3-6), ma un’ottima Pinto riporta in carreggiata le lombarde (8-9). Il +3 le gialloblù lo ritrovano grazie all’errore di Stroppa (8-11), ma anche in questo caso Albese rientra, costringendo Saja al time out per riordinare le idee nella metà campo ospite (12-13). Il terzo strappo le gialloblù lo confezionano al centro: muro di Moretto su Stroppa e successiva fast fuori misura di Gallizioli per il 13-17. Questa volta lo sprint trentino taglia le gambe alla Tecnoteam: DeHoog e Michieletto firmano in pallonetto il 14-20, la strada sembra in discesa ma sul 15-22 l’Itas si inceppa, incassando l’ottimo turno al servizio di Pinto. Albese giunge fino al -2 (20-22, muri di Conti e Veneriano), avvicinandosi ulteriormente con il lungolinea di Conti (22-23). L’Itas fiuta il pericolo e il muro di Bonelli è provvidenziale per guadagnarsi due set point (22-24), con Conti che spara out il successivo attacco da posto 2 che regala il set a Trento (22-25).

Tecnoteam in evidenza in avvio di terzo parziale con Chiappafreddo che rivoluziona il sestetto ottenendo ottime risposte proprio dalle neo entrate Cantaluppi e Conti (11-7). Fondriest suona la carica con due fast ravvicinate (14-11), ma è con il turno al servizio di Bonelli che l’Itas si avvicina significativamente alle avversarie (15-14). Michieletto e DeHoog ritrovano continuità su palla alta, Trento, con Meli al posto di Moretto, impatta sul 19-19 ma nel concitato finale set si arrende agli spunti in attacco di Pinto e della trentina Alessia Conti (25-23).

L’Itas torna in campo molto determinata con Parlangeli strepitosa in difesa e Fondriest letale in fast (2-6). L’ace di Michieletto e gli spunti a rete di Mason e DeHoog valgono il +5 (6-11), ma un’ordinata Tecnoteam risale fino al -2 (11-13) grazie soprattutto ad un’ottima difesa. L’Itas ha il merito di non scomporsi e con l’errore di Pinto e il gran muro di Bonelli allunga nuovamente sul 13-18. Albese si aggrappa ad una scatenata Conti per rimanere in scia a Trento (15-18), Moretto si esalta a muro (16-20) e nel finale è un’impeccabile DeHoog a stampare a tre palloni pesantissimi che spingono le gialloblù al successo (20-25).

HANNO DETTO
“Tre punti dovevano essere e tre punti sono stati – ha spiegato a fine gara l’allenatore Stefano Saja –. Dopo un ottimo primo set, in cui siamo stati molto aggressivi con il servizio e attenti nel muro-difesa, abbiamo un po’ calato l’intensità, consentendo ad Albese di riorganizzarsi ed esaltarsi nel suo gioco fatto di tantissime difese e contrattacchi. Siamo però stati bravi a restare in partita, abbiamo saputo soffrire ed uscire nel quarto parziale, condotto avanti nel punteggio dall’inizio alla fine, da una situazione potenzialmente molto pericolosa, aggiudicandoci il set che ci ha permesso di non lasciare per strada punti. Rimane la grande soddisfazione di avere espugnato un campo sul quale in precedenza avevano perso sia Brescia che Busto Arsizio, mentre da migliorare ci sono l’atteggiamento quando i nostri avversari mettono fuori la testa e la qualità del servizio nei momenti delicati della partita”.

L’Itas Trentino tornerà in campo sabato 14 gennaio al Sanbàpolis nell’anticipo della terza giornata del girone di ritorno di Regular Season per affrontare il Volley Hermaea Olbia. Mercoledì 18 gennaio, invece, spazio alla Coppa Italia di Serie A2: le gialloblù sfideranno al Sanbàpolis nei quarti di finale la vincente del match tra Talmassons e Olbia.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.