Modena: Travica denuncia Leal e Ngapeth per le accuse di razzismo

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
MODENA - La mossa era stata ampiamente annunciata e puntualmente è arrivata, soprattutto ora che la stessa Fipav ha ribadito di non esserci stata alcuna frase razzista pronunciata da Travica contro Leal.

Dragan Travica ha depositato la denuncia contro Yoandy Leal ed Earvin Ngapeth. Lo ha annunciato lui sui suoi canali social: ”Oggi sono state depositate le querele nei confronti di Leal e N'Gapeth. Da quel giorno, 13 aprile, a darmi la motivazione per andare fino in fondo è stata la coscienza. Pulita. La mia. Sono una persona solitamente riservata, ma fin da subito questa vicenda pubblica mi ha spinto a voler condividere ogni passo di questo percorso con voi, per dimostrare la verità. Morale e sociale. La giustizia ha il compito di offrire un mondo migliore e ora farà il suo corso”

Questo il post pubblicato da Travica che poi aggiunge: Le querele sono state depositate a Modena perché la diffamazione di Earvin via social e quella di Leal con il ricorso alla Fipav sono state fatte a Modena. La cosa che mi ha fatto davvero male sono i post diffamatori di Ngapeth. Da lui non me lo aspettavo proprio, anche perché siamo stati compagni di squadra, quei post sono stati anche peggio del calcio nei "coglioni"che ho ricevuto da Leal, un gesto quello che non avevo mai visto in una partita e che mi ha lasciato di pietra, una cosa che non aveva senso rispetto a quello che era successo in campo con le solite provocazioni verbali. Subito, conoscendo Earvin, avevo pensato gli avessero hackerato il profilo instagram, ma poi ci sono stati messaggi nei miei confronti anche peggiori via whatsapp che nel caso servisse verranno esibiti nel processo. Il suo comportamento è stato molto brutto nei miei confronti, per partito preso mi si è scagliato contro in modo anche vile. Per tre giorni ho subito attacchi e minacce di morte, stessa cosa alla mia famiglia, al palazzetto di Modena avete visto cosa è successo quando invece la verità è stata manipolata e strumentalizzata per giustificare un calcio dando a me del razzista in maniera totalmente fasulla. Per coerenza con me stesso voglio andare fino in fondo, è giusto che chi ha sbagliato paghi” la tesi del palleggiatore.




[caption id="attachment_387434" align="aligncenter" width="1685"] I post Instagram, poi cancellati, del profilo Instagram di Ngapeth[/caption]

 

 

 


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti