Caso Osakue: Egonu, "Siamo tutte con lei. Casi analoghi a me? Sì, ma preferisco non parlarne"

MILANO - "Eviterei di parlare di razzismo, ma preferirei parlare solo di una brutta coincidenza".

Paola Egonu, pallavolista di colore della Nazionale, ha commentato così l'aggressione a Daisy Osakue, l'atleta italiana di origini nigeriane ferita ad un occhio dal lancio di un uovo a Moncalieri. "Mi dispiace molto per quanto è successo, anche perché sarebbe potuto accadere pure a me - le parole della 19enne pallavolista azzurra a margine della presentazione delle nazionali maschile e femminile verso i Mondiali 2018 -. Siamo tutte con lei. Viviamo in un questo mondo composto anche da brutte persone, per fortuna è solo una piccola parte. Bisogna guardare il lato positivo e fare sì che queste cose non ci buttino giù".

"Se mi è successo qualcosa di simile? Sì, ma preferisco non parlarne", ha concluso Egonu.


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti