Superlega: Modena lotta 4 set ma poi piega Siena. Ngapeth MVP

Ai toscani non basta un Pinali "on fire" e i turni di battuta di Nema Petric

7a giornata SuperLega Credem Banca - Risultati - classifica
Emma Villas Aubay Siena - Valsa Group Modena 1-3 (15-25, 25-19, 25-27, 23-25)
Emma Villas Aubay Siena: Finoli 1, Petric 6, Ricci 2, Pinali 20, Raffaelli 10, Mazzone 14, Pochini (L), Bonami (L), Biglino 0, Van Garderen 1. N.E. Pereyra, Fontani, Pinelli, Ngapeth. All. Montagnani. 
Valsa Group Modena: Mossa De Rezende 1, Ngapeth 23, Krick 12, Lagumdzija 21, Rinaldi 17, Stankovic 5, Sala 0, Sanguinetti 0, Marechal 0, Rossini (L). N.E. Gollini, Bossi, Salsi. All. Giani. 
ARBITRI: Cesare, Pozzato. 
NOTE - durata set: 23', 24', 31', 31'; tot: 109'.

SIENA - C’è partita al PalaEstra e la Emma Villas Aubay Siena per lunghi tratti dell’incontro se la gioca alla pari con Bruno, Earvin Ngapeth e gli altri della Valsa Group Modena. Favoloso il secondo set, nel quale Pinali mette giù 9 palloni e guida i senesi alla conquista del parziale. Nel terzo set sono invece i dettagli a fare la differenza, e gli ospiti hanno la meglio solamente ai vantaggi (25-27). È molto lottato anche il quarto set, deciso da alcune giocate di Earvin Ngapeth (mvp dell’incontro). La gara termina 1-3, con gli ospiti che fanno festa per un successo prezioso.

500 - Prima dell’inizio del match l’arbitro Stefano Cesare è stato premiato per le sue 500 partite da direttore di gara.

SESTETTI - La Emma Villas Aubay Siena inizia l’incontro con Finoli e Pinali sulla diagonale palleggiatore-opposto, Petric e Raffaelli in banda, Mazzone e Ricci centrali, Bonami libero.
Modena schiera Bruno in regia, Lagumdzija opposto, Rinaldi e Ngapeth in posto 4, Stankovic e Krick centrali, Rossini libero.

LA PARTITA - Si parte e il primo punto è realizzato da Earvin Ngapeth. Modena parte subito forte (2-6), risponde Pinali da posto 2. Bella la veloce finalizzata da Ricci. Modena però continua a colpire con Rinaldi e Lagumdzija (6-12). Break senese di 3-0, con i break point firmati da Pinali (ace) e Raffaelli. Earvin Ngapeth chiude il parziale senese con un colpo di grande classe (9-13). Mazzone blocca la strada all’attacco modenese. Lagumdzija guida l’attacco degli ospiti che andranno a terminare il primo set con il 62% in attacco: l’opposto della Valsa Group è produttivo, già con 7 punti nel primo parziale, lo stesso numero totalizzato da Earvin Ngapeth. Il primo parziale si chiude sul 15-25.

Ancora lampi di classe da parte di Earvin Ngapeth in avvio di secondo set, quando comunque Siena si comporta bene nel cambio palla. Il punteggio è in equilibrio. Un grande salvataggio di Ricci e Finoli porta alla splendida murata a due Raffaelli-Mazzone. Le due squadre sono in parità: 9-9. Bene ancora Pinali, che trova l’incrocio delle righe, e Raffaelli che mette giù il pallone con un tocco delicatissimo. Due murate modenesi, opera di Lagumdzija e Rinaldi, consentono agli ospiti di portarsi due lunghezze avanti (12-14). Rinaldi colpisce anche dai nove metri. Siena recupera e Pinali fa venire giù il PalaEstra (17-17). Poi per una volta Lagumdzija spara out. Quando Ricci mura Earvin Ngapeth la Emma Villas Aubay vola sul +2: 19-17. Siena vola sulle ali dell’entusiasmo: Petric realizza l’ace del 20-17. E si ripete poco dopo, ancora dai nove metri: 21-17. Sale in cattedra Giulio Pinali, che schiaccia al meglio due palloni che avvicinano i padroni di casa alla conquista del secondo set. Pochini, entrato in campo da poco, è protagonista di un salvataggio meraviglioso, il resto lo fa Raffaelli che schiaccia con profitto il 24-19. Sull’errore di Lagumdzija si chiude il secondo set: 25-19. Sono stati ben 9 i punti messi a segno da Giulio Pinali in questo set.

Pinali è “on fire” anche nel terzo parziale. Un suo punto dopo una bella giocata personale di Juan Ignacio Finoli dà anche in questo caso la parità nel parziale: 10-10. L’opposto della Emma Villas Aubay Siena è scatenato e va a segno anche con un pallonetto: 11-11. L’ace di Ricci vale il vantaggio senese (12-11). Veloce di Mazzone, che si ripete poco dopo con un altro punto (14-13). Pinali è fantastico anche da seconda linea (16-15). Il muro di Stankovic vale il nuovo vantaggio ospite (17-18). Bravo Van Garderen con un pallonetto che elude il muro modenese (18-18). Pinali d’astuzia per il 21-20, ed è ancora lui a colpire poco dopo. Mazzone mura Ngapeth: 23-21. Si va ai vantaggi: 24-24. Ed è Modena ad aggiudicarsi il set per 25-27.

Raffaelli protagonista in avvio di quarto set, in attacco e a muro (4-5). Ace di Lagumdzija (6-5). Ed è proprio l’opposto di Modena a guidare i suoi, con Earvin Ngapeth che mostra una bella pipe. Siena non si arrende e con Pinali schiaccia il 14-15. Ancora Lagumdzija a segno: 14-16. Molto bene ancora Raffaelli da posto 4. Mazzone mura per due volte Earvin Ngapeth per la parità: 17-17. Ma il giocatore francese indirizza poco dopo il set in direzione della Valsa Group con giocate di puro talento: 17-20. Petric a segno per Siena: 18-20. Dalla seconda linea spunta Rinaldi: 19-21. Lagumdzija chiude uno scambio prolungato: 20-22. Ma Siena lotta e riagguanta la parità: muro a due Raffaelli-Biglino e Lagumdzija trova la strada sbarrata. Rinaldi poco dopo è autore di una murata davvero pesante: 22-23. Petric non sbaglia, ancora parità: 23-23. Earvin Ngapeth in questo momento realizza un grande punto, Rinaldi la chiude con un ace: 23-25.


HANNO DETTO
Giulio Pinali (Emma Villas Aubay Siena): “Abbiamo disputato una buona gara di squadra, siamo rimasti lì punto a punto, abbiamo cercato di spingere per tutta la partita e abbiamo fatto molte cose buone. Ce la siamo giocata, prendiamo le cose positive di questo match. Peccato per due finali di set nei quali potevamo fare qualcosa di più. Ci è mancata un po’ di lucidità, ma dall’altra parte della rete c’era una grande squadra che ha cercato di metterci alle corde nei frangenti più delicati. Dobbiamo essere più pronti in quei momenti. Stiamo comunque facendo dei passi in avanti e non abbiamo vissuto due settimane semplici prima di questa sfida”.
Andrea Giani (allenatore Valsa Group Modena): “Sapevamo che sarebbe stata dura e il match lo ha confermato. Nel primo set non abbiamo commesso errori, nel secondo siamo andati avanti, ma invece di restare lì abbiamo infilato una serie di sbagli. Poi è stato importante tornare concentrati nel terzo e nel quarto set, due parziali combattuti. Quello che conta sono i tre punti presi”.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti