Superlega | 16 ottobre 2023, 02:17

Jesi Volley Cup: La Lube piega 3-1 Verona e si aggiudica il torneo. Zaytsev MVP, Nikolov top scorer della finale

Jesi Volley Cup: La Lube piega 3-1 Verona e si aggiudica il torneo. Zaytsev MVP, Nikolov top scorer della finale

JESI VOLLEY CUP - Finale

Cucine Lube Civitanova – Rana Verona 3-1 (18-25, 25-21, 25-23, 25-22)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Chinenyeze 9, Thelle, Motzo 2, Bisotto, Balaso L, Zaytsev 12, Lagumdzija 19, Nikolov 20, Diamantini 8, De Cecco 1, Anzani ne, Bottolo 3, Larizza. All. Blengini.

RANA VERONA: Zingel 1, Cortesia 9, Dzavoronok L ne, D’Amico L, Jovovic ne. Esmaeilnezhad 18, Grozdanov 7, Spirito 2, Bonisoli L, Sani 15, Mosca ne, Mozic 10, Zanotti, Uriel ne. All. Stoytchev.

ARBITRI: Michele Brunelli e Lorenzo Catena.

PARZIALI: 18-25 (25’), 25-21 (27’), 25-23 (30’), 25-22 (28‘). Totale: 1h 50’.

NOTE: Civitanova: battute sbagliate 19, ace 5, muri 7, attacco 53%, ricezione 47% (26% perfette). Verona: battute sbagliate 16, ace 2, muri 7, attacco 55%, ricezione 40% (23% perfette).

JESI - La Cucine Lube Civitanova di Chicco Blengini chiude il weekend con la seconda impresa in due giorni e si aggiudica la Jesi Volley Cup. Decisivo al PalaTriccoli il successo contro la Rana Verona di Radostin Stoytchev in quattro set (18-25, 25-21, 25-23, 25-22) grazie a una bella rimonta, frutto di una prestazione ancor più solida rispetto alla performance della Semifinale vinta 3-1 contro i greci dell’Olympiakos Piraeus. Un tifo più che sorprendente per un torneo amichevole con gli spalti tutti per i biancorossi. Alex Nikolov chiude da top scorer del match con 20 sigilli, Ivan Zaytsev si prende il premio come MVP della manifestazione organizzata dalla Jesi Volley & Sport.

Terza classificata l’Allianz Milano, vittoriosa in tre set nella Finalina delle 15 con l’Olympiakos Piraeus.

SESTETTI - Cucine Lube Civitanova in campo con la diagonale Spirito-De Cecco al palleggio e Lagumdzija opposto, Chinenyeze e Diamantini al centro, Nikolov e Zaytsev laterali, Balaso libero.
Rana Verona schierata con la diagonale Spirito- Esmaeilnezhad, Grozdanov e Mosca  centrali, Mozic e Sani sulla banda, l’ex biancorosso D’Amico libero. Tra gli ospiti Dzavoronok resta in panchina con la maglia da libero.

LA PARTITA - La Lube stecca l’avvio (3-8) e soffre il dinamismo degli scaligeri (6-13), ma cerca di risalire con le giocate di Nikolov e il servizio di Lagumdzija (9-14). C’è spazio anche per Bisotto e Motzo. I veneti accelerano (11-18). In campo di nuovo con la formazione iniziale, Civitanova reagisce (16-20), ma la volata è tutta per Verona (18-25), che attacca con l’89% di positività. Sei punti per Nikolov (75%) da una parte e altrettanti per Esmaeilnezhad (100%) tra i rivali.

Tutta un’alta Lube nel secondo set per determinazione e qualità delle giocate (8-1). Verona si rianima con il servizio e un muro attento (11-7), ma il buon timing di Nikolov e l’astuzia di Lagumdzija valgono il +7 Lube (17-10). Alla distanza il team veneto riprende fiducia negli scambi lunghi e accorcia a muro fino al 21-18. Civitanova riaccende l’interruttore e chiude con il mani out di Nikolov (25-21). Decisivi i 7 punti di Nikolov con 78% e i 6 di Lagumdzija con 67%.

Nel terzo Verona a parte meglio portandosi sul +4 dopo l’invenzione di Spirito (6-10). Da applausi la reazione della Lube per il sorpasso con Chinenyeze al servizio, Diamantini a muro e lo Zar ad attaccare (14-13). Motzo entra al servizio e si toglie lo sfizio del primo ace in un torneo con la maglia biancorossa (18-17). Tutti gli attaccanti cucinieri partecipano al forcing che porta al +3 targato Nikolov (22-19), ma gli uomini di Stoytchev trovano un filotto di tre punti aiutandosi con battute ficcanti (22-22). Blengini getta nella mischia Bottolo che va a punto per il 24-23., poi Diamantini chiude il set a muro (25-23). I marchigiani chiudono con 1 muro in più (4-3). Decisivi i 2 ace a 0.

Nel quarto atto l’approccio della Lube è arrembante (9-3) come nel secondo set. Biancorossi con Bottolo e Nikolov laterali, tra gli scaligeri Zingel cerca di mettere ordine (10-8). Si procede a strappi (12-8). Sul 17-14 Stoytchev chiama i suoi a rapporto. Si lotta su ogni pallone ei dettagli fanno la differenza, come in occasione del primo tempo targato Chinenyeze (19-16). Verona non molla e riacciuffa il pareggio con due attacchi intervallati da un muro (19-19). Tra i biancorossi in campo si mettono in mostra anche Larizza e Zaytsev. Civitanova trova il doppio vantaggio con un’intuizione di De Cecco (24-22) e vince il torneo sull’errore di Zingel (25-22).

HANNO DETTO
ALEX NIKOLOV: “Grande vittoria! A mio giudizio è stata una partita molto bella e divertente per il pubblico presente. Sono molto contento di aver vinto questo torneo perché ci siamo ritrovati da poco, ma siamo già sulla strada giusta in questo percorso verso l’inizio del campionato, ormai imminente. Verona gioca una pallavolo di alto livello, normale che nel corso della partita abbiamo incontrato qualche difficoltà, su cui dovremo lavorare. Non dimentichiamoci che siamo insieme soltanto da un paio di giorni"

Redazione Volleyball.it