Superlega | 03 maggio 2024, 08:22

Perugia: Leon ai saluti. "Vado via contento per lo scudetto. Mi porto via i momenti di gloria vissuti dal primo all’ultimo anno"

Perugia: Leon ai saluti. "Vado via contento per lo scudetto. Mi porto via i momenti di gloria vissuti dal primo all’ultimo anno"

PERUGIA – Leon ai saluti.  Domenica 28 aprile 2024, giorno del secondo scudetto della Sir, è anche la data dell’ultimo Wilfredo Leon in campo con la maglia del Block Devils.

Una storia iniziata sabato 6 ottobre 2018 con la prima gara ufficiale di Leo a Perugia. Una storia che, come sempre succede nella vita, ha vissuto gioie e dolori, momenti belli e momenti meno, giornate da ricordare ed altre che magari uno vorrebbe dimenticare. Ma sempre al massimo, sempre con il cuore gettato in campo. 

Leo lascia la sua Perugia con 1 Scudetto, 3 Coppe Italia, 4 Supercoppe italiane e 2 Mondiali per Club spalmati in sei stagioni con la "sbornia" di quest’ultimo anno.

"6 anni qui a Perugia sono un bel pezzo di vita", saluta Leo. "Mi porto via tante cose da Perugia. Mi porto via i momenti di gloria vissuti dal primo all’ultimo anno perché ogni stagione abbiamo vinto almeno un trofeo e questo è indiscutibile. Mi porto via la motivazione che qui mi hanno dato le persone soprattutto nei momenti difficili e lo scudetto lo dedico proprio a tutti coloro che mi hanno aiutato. E poi mi porto via la squadra di quest’anno, una squadra felice ma al tempo stesso con la voglia di migliorare".

"Alle volte quando vinci c’è la tendenza ad abbassare la tensione, ma questa squadra ha fame di continuare la strada. Io non ne farò parte, ma il mio augurio è che Perugia continui a vincere. Vado via contento di aver chiuso con lo scudetto, un sogno che si realizza e dal sapore bellissimo, e con una stagione d’oro che credo rimarrà nella testa di tanti non solo a Perugia perché non credo sia così facile vincere quattro trofei in un anno. Infine voglio ringraziare i tifosi e dire una cosa sul PalaBarton perché il nostro palazzetto quando ha una sola voce è impressionante, da pelle d’oca. Io l’ho vissuto da dentro come parte della squadra e posso assicurare che porta una energia incredibile".  

Redazione Volleyball.it

Commenti